EN

Penultimo Round sul circuito toscano con tutti i titoli in palio. Sabato spazio ai protagonisti del Mosquito’s Way. Gare in diretta streaming su Elevensports e in replica su Sky Sport MotoGP HD 

Civ

Dopo la pausa estiva si torna in pista. Nel fine settimana il Mugello ospiterà il 5° round dell’ELF CIV, nel quale il Campionato ripartirà dagli equilibri mostrati a Misano a fine luglio, che hanno evidenziato una SBK combattuta come mai negli ultimi anni. Il leader è sempre Michele Pirro, ma i punti di vantaggio sugli inseguitori sono pochi: 3 su Matteo Ferrari e 6 su Lorenzo Zanetti. Il Campione in carica e Tester Ducati, si presenterà sul circuito toscano pronto a ripetere la doppietta di maggio e a cancellare il brutto ricordo dell’incidente avvenuto proprio al Mugello in occasione del Mondiale. Magari tenendo a mente la straordinaria impresa realizzata nella gara del CIV 2017, dove cadde al primo giro si rialzò e andò a conquistare la vittoria. Voglia di rivalsa per Matteo Ferrari. Il compagno di squadra di Pirro sulla Ducati del Team Barni è secondo in Campionato, ma è stato lontano dalle posizioni di vertice a Misano e proverà a tornare ai suoi livelli al Mugello, dove dovrà guardarsi le spalle da Lorenzo Zanetti. L’alfiere Ducati Motocorsa è reduce dal gran weekend dell’ultimo round del CIV, dove ha ottenuto la sua seconda vittoria in questo 2018, mettendo in mostra un gran stato di forma. E lo scorso anno, proprio sul circuito toscano, fu l’unico a strappare la vittoria dalle mani di Pirro…Nella Moto3 si riparte dal leader: Kevin Zannoni. Il pilota TM Racing Factory 3570 MTA, di ritorno dall’esperienza come wild card nel Mondiale, potrebbe conquistare il titolo già al Mugello. Tutto grazie allo straordinario weekend di fine luglio a Misano, dove grazie ad una doppietta e ad una pole da record si presenta sul circuito toscano con 41 punti di vantaggio sul rivale di sempre: Nicholas Spinelli. L’alfiere Honda Gresini Racing Junior Team avrà voglia di riscattarsi visto il difficile 4° round, dove è stato lontano dai suoi livelli abituali. A pochi punti da Spinelli ci sono due piloti apparsi in grande crescita a Misano a fine luglio: Nicola Carraro (Team Minimoto Portomaggiore) e Raffaele Fusco (Gradara Corse TM) pronti a dare filo da torcere agli avversari, con Fusco già a podio quest’anno al Mugello.La SS600 è sempre più incerta e combattuta, con 3 piloti racchiusi in 8 punti: Marco Bussolotti, Davide Stirpe e Massimo Roccoli. In vetta alla classifica, con 7 punti di vantaggio sul Campione in Carica c’è il pilota Yamaha Rosso Corsa reduce dal non esaltante 4° round di Campionato. Discorso simile per Stirpe (Extreme Racing Bardahl MV Agusta) lontano dalla vetta a Misano ma con all’attivo già una vittoria al Mugello in questo 2018. Roccoli (Yamaha Gas Racing Team) proverà a proseguire sul buono stato di forma mostrato nella gara di casa, dove ha ottenuto 2 secondi posti. Ad inseguire il terzetto (-29 p.) ci sarà Stefano Valtulini (Pleo Racing Kawasaki), reduce dall’exploit di Misano, dove ha firmato una gran doppietta. Nella Premoto3 125 prosegue il testa a testa tra Jacopo Hosciuc e Filippo Bianchi. Il leader è sempre Hosciuc, ma dopo la grande doppietta conquistata da Bianchi a Misano i punti di vantaggio sul rivale sono 19. E nessuno dei due quest’anno è riuscito a vincere al Mugello. Nella 250 sarà caccia ad Alessandro Morosi. L’alfiere Full Moto Squadra Corse RMU, già vittorioso in terra toscana, dovrà guardarsi le spalle da un terzetto di piloti composto da Alberto Surra (2Wheelspolito), Mattia Rato (RMU) e Matteo Boncinelli (RMU VR46 Riders Academy). Nella SS300 il leader è ancora Manuel Bastianelli. L’alfiere Prodina Ircos Kawasaki è reduce dai due secondi posti di Misano, risultati che gli hanno consentito di mantenere la vetta della classifica con 13 punti di vantaggio su Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) sempre a podio nel 4° round. Al terzo posto della generale (-20 da Bastianelli) ora però c’è Luca Bernardi. Il Campione in carica, dopo un periodo di difficoltà, è tornato ai suoi livelli, conquistando una grande doppietta a Misano. Diverso il discorso per Thomas Brianti. L’alfiere KTM ha vissuto un fine settimana da dimenticare nell’ultimo weekend di gare dell’ELF CIV, e si presenterà al Mugello pronto a rifarsi. In un circuito dove ha già ottenuto una doppietta in questo 2018.Eventi – Non mancheranno gli eventi di contorno al penultimo round dell’ELF CIV, a cominciare dal sabato e dalle Premiazioni dei poleman in sala stampa, prima delle quali saranno presenti i piccoli Campione Europei Minimoto e MiniGP 2018 (Junior A: Sponga Valentino, Junior B: Pugliese Giulio, Junior C: Pini Guido, Open A: Graziano Simone, MiniGP 50: Lunetta Luca, Ohvale 110: Trolese Riccardo, Ohvale 190: Bernabè Nicola), per proseguire poi con gli appuntamenti del Mosquito’s Way, evento che anche nel 2018 ha una tappa in concomitanza con il CIV al Mugello. Sabato sera poi appuntamento con l’aperitivo offerto da ELF nel paddock del CIV. Alla domenica invece spazio alla pit walk in pausa pranzo, momento in cui tutti gli appassionati avranno l’occasione di vedere da vicino i protagonisti del Campionato.TV e biglietti – Il quinto round dell’ELF CIV 2018 dal Mugello Circuit sarà trasmesso in diretta streaming da Eleven Sports (accessibile anche dal sito civ.tv) con le repliche delle gare in onda la settimana successiva all’evento su Sky Sport MotoGP HD (canale 208, gara1 in replica martedì 25 settembre dalle 21 e gara 2 mercoledì 26 settembre sempre dalle 21).Per chi non volesse perdere lo spettacolo dal vivo ecco info su prezzi e riduzioni biglietti:
VENERDI’ - Circolare PRATO, TERRAZZA BOX e TRIBUNA GRATUITO
SABATO - Circolare PRATO GRATUITO, TERRAZZA BOX Intero €. 10,00, TERRAZZA BOX Ridotto €. 5,00, DIFFERENZA TRIBUNA CENTRALE (*) €. 5,00
DOMENICA - Circolare PRATO GRATUITO, TERRAZZA BOX Intero €. 15,00, TERRAZZA BOX Ridotto €. 10,00, DIFFERENZA TRIBUNA CENTRALE (*) €. 5,00
NOTE: Le sopracitate tariffe sono comprensive dell'ingresso di autoveicoli e/o motoveicoli. (*) In vendita solo presso le Biglietterie dell’Autodromo nei giorni 22 e 23 settembre 2018
RIDUZIONI: Under 18, Donne, Tesserati FMI - Federazione Motociclistica Italiana
OMAGGI: Under 14 purché accompagnati da un adulto, Residenti nel Comune di Scarperia e San Piero

Max Biaggi e Loris Capirossi Capirex  Maxsi sono trovati fianco a fianco sugli stupendi saliscendi del Mugello, così come accaduto in tante stagioni di Motomondiale. In sella alle loro Aprilia RSV4 sono scesi in pista approfittando del sedicesimo appuntamento stagionale con gli Aprilia Racers Days 2018. Gli appassionati arrivati al Mugello per godere di una giornata in sella su una delle più belle piste del Motomondiale hanno così avuto la sorpresa di avere compagni tra i cordoli due pluricampioni del Mondo, piloti che hanno scritto pagine leggendarie della storia Aprilia. Max e Loris non si sono risparmiati, né in pista con una lunga serie di turni, né al box dove sono stati presi d''assedio dai motociclisti più o meno esperti alla ricerca di una foto ricordo o, ce ne sono stati molti, a caccia di un consiglio sull''assetto giusto o su come meglio affrontare la pista toscana. "Bellissimo! Certo, quello che facevamo in gara è irripetibile ma con questa moto si va veramente forte e Loris ha sempre il suo stile, così è stato come fare un tuffo nel passato. Questa RSV4 è una moto nata per il circuito, mi è sembrato di tornare sulla mia SBK, si va veramente forte e il divertimento è tanto. Un''esperienza certamente da ripetere", ha detto Max Biaggi. "Avere il circuito tutto per noi, e proprio qui al Mugello è stato emozionante. Max è il solito che non molla mai e da un sacco di gas. Mi sono goduto tantissimo la RSV4, soprattutto nella versione Factory Works, al Mugello potenza e coppia contano tantissimo e mi sono davvero divertito tanto", ha sottolineato Loris Capirossi. Biaggi e Capirossi hanno girato sia con la RSV4 RF sia con la V4 italiana equipaggiata con il kit Factory Works, preparata da Aprilia Racing e ancora più performante. Alla fine della giornata, insieme ai saluti, l''impegno a ritrovarsi presto in pista anche negli Aprilia Racers Days della prossima stagione. Quello di oggi al Mugello è stato il sedicesimo appuntamento dei diciotto in programma per gli Aprilia Racers Days 2018, l''evento che offre agli appassionati la possibilità davvero esclusiva di provare i modelli top di gamma Aprilia RSV4 RF e Aprilia Tuono V4 1100 Factory sui circuiti più belli ed emozionanti d''Italia.

Peter Rohr si è aggiudicato la International Bridgestone Handy Race, il campionato su due ruote riservato ai centauri disabili che questo fine settimana ha fatto tappa all''autodromo del Mugello per l''unica gara italiana della stagione. Il pilota austriaco plessoleso che ha partecipato con la sua Yamaha alla categoria riservata alla cilindrata 1000, ha anche fatto segnare il miglior giro in gara col tempo di 2''02''''163. Dietro di lui si sono piazzati il pilota di Imperia Daniele Barbero (amputato transfemorale) su Suzuki e il lucchese Emiliano Malagoli (amputato gamba) su Bmw. 4/a si è piazzata la wild card Matthias Lanzinger. Il pilota Ktm, ex campione di SuperG, al quale nel 2008, a seguito di una drammatica caduta in gara, era stata amputata la gamba sinistra, dopo aver partecipato alle paralimpiadi di Sochi, si è voluto cimentare con successo anche in questa nuova disciplina. Nella classe di cilindrata 600 si è invece imposto il viterbese Maurizio Castelli (amputato mano) su Yamaha, seguito dal compagno di marca, l''albanese Elivis Jorgo (plessoleso), che ha fatto anche registrare il nuovo record della pista di questa categoria girando in 2''07''''507, e lo spagnolo Alejandro De La Cruz (amputato piede) su Kawasaki. In totale sono stati 30 i partecipanti disabili, spinti dal loro motto ''Never give up, arrendersi mai'', provenienti da Austria, Repubblica Ceca, Belgio, Inghilterra, Spagna, Bulgaria, Francia e ovviamente Italia che per l''occasione ha schierato uno squadrone capitanato dal toscano Emilio Malagoli, fondatore e presidente della onlus Diversamente Disabili Di.Di, che, oltre a seguire attentamente lo svolgimento della manifestazione, ha trovato anche il tempo di indossare la tuta e conquistare il 3/o gradino del podio. Il prossimo e ultimo appuntamento della stagione è fissato per il 29 e 30 settembre in Francia sul circuito di Magny Cours.(

Tutto pronto per il grande spettacolo di fine agosto del Trofeo Moto che raggruppa numerosi campionati, a partire dall'International Bridgestone Handy Race, che è la seconda prova del trofeo internazionale per motociclisti paralimpici. L’evento è inserito nel Trofeo “PROMO RACING CUP 2018” che comprende anche: Trofeo Italiano Amatori - Pirelli Cup - Dunlop Cup - IGP 125-250 R.4 Grand Prix De Carli G. Prove di qualifica sabato 25, gare Domenica 26. Dalle ore 9. Questo il link per l'orario https://www.mugellocircuit.it/it/eventi/gare/details/1007-coppa-fmi-velocita-2018.html

Da tutto il mondo fino al Mugello stanno per arrivare, con le loro moto adattate in base alle disabilità, i piloti della International Bridgestone Handy Race per il secondo appuntamento internazionale dell’anno dedicato al motociclismo paralimpico. Dopo aver fatto emozionare a Le Mans anche i campioni della MotoGP come Valentino Rossi , al Mugello ci sarà uno spettacolo unico al mondo: disabili a 300 all’ora!
‘Temerari’ li ha chiamati Sky. ‘E’ una cosa veramente romantica’ ha detto di loro Valentino Rossi. In pista al Mugello, oltre 30 ragazzi disabili (amputati, paraplegici, plessolesi) provenienti da: Austria, rep. Ceca, Belgio, Inghilterra, Spagna, Bulgaria e soprattutto Francia e Italia. Italia-Francia: la sfida nella sfida  Unica gara di casa per lo squadrone italiano, sarà l’occasione di dare il meglio rispetto a quello francese visto che, dopo Le Mans, si tornerà a correre in Francia a settembre, nella finale di Magny Cours durante la SBK. Record da battere I record paralimpici del Mugello sono finora tutti italiani (2.02.4 per Daniele Barbero, amputato gamba - categoria 1000; e 2.07.6 per Maurizio Castelli, amputato braccio - categoria 600). Ma nessun azzurro quest’anno è ancora andato a podio nella 600 e nessun francese nella 1000

The telephone blackout is terminated and the functionality of the lines is now total. Thank you for your understanding.

Our telephone lines, due to the storm water and wind hail of yesterday, are not working. You can contact us via email (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.) or via a private message on this page. We apologize for the inconvenience.

BMW e Ferrari trionfano nel tricolore GT, Tavano e Cappello nel TCR Italy, mentre nel tricolore prototipi Pollini e Zanardini firmano il Mugello Circuit.

 

Il grande caldo è stato il protagonista assoluto del quinto ACI Racing Weekend stagionale sul tracciato del Mugello. Messe a dura prova le vetture delle serie tricolori con la temperatura dell’asfalto che ha superato i 45 gradi centigradi. Nel tricolore Gran Turismo vittorie per la BMW di Comandini – Krohn e per la Ferrari di Fisichella - Gai. Nel TCR Italy Salvatore Tavano sulla Leon Cupra ed Edoardo Cappello sulla Alfa Romeo Giulietta si spartiscono il gradino più alto del podio, mentre nel Campionato Italiano Sport Prototipi le vittorie vanno a Matteo Pollini e Mirko Zanardini. Spettacolo anche nei trofei monomarca. Ultimo appuntamento prima della pausa estiva il 29 luglio a Imola.           

Dopo la vittoria della BMW M6 di Comandini – Krohn nella prima gara del Campionato Italiano Gran Turismo sul tracciato toscano, davanti alla Lamborghini Huracan di Venturini - Postiglione e alla Ferrari 488 di Mancinelli – Fontana. In gara 2 è arrivata la risposta del nuovo leader di classifica Stefano Gai che, con la Ferrari 488 della Scuderia Baldini, in coppia con Giancarlo Fisichella, ha conquistato il gradino più alto del podio. Ancora una volta secondi Venturini – Postiglione che hanno approfittato dei 2’’67 di penalità inflitti all’Audi R8 LMS di Bar Baruch e Marcel Fassler. In Super GT Cup doppietta per Kikko Galbiati e Marco Cenedese, mentre in GT Cup la doppietta è stata firmata dalla Porsche 911 di Pisani - Sauto.   

Gara 1 del quarto round stagionale di TCR Italy consegna la prima vittoria stagionale a Salvatore Tavano ed alla Cupra di Seat Motorsport Italia al termine di un duello fianco a fianco con il campione in carica Nicola Baldan, secondo per soli 4 centesimi sulla Hyundai i30 N di Pit Lane Competizioni. Edoardo Cappello, al volante della Giulietta by Romeo Ferraris della Otto Motorsport Milano, firma il successo in gara 2 alla sua seconda uscita nella serie tricolore ed anche dopo un duello finale con il campione in carica Nicola Baldan e la Hyundai i30 N di Pit Lane Competizioni. Salvatore Tavano, terzo al traguardo sulla Cupra, sale in vetta alla classifica di Campionato. Matteo Greco sulla Cupra DSG è quarto al traguardo e 1° per il Trofeo Nazionale.

 Sempre bagarre nel terzo round stagionale del Campionato Italiano Sport Prototipi. Matteo Pollini conquista la prima gara con un sorpasso alimentato dal continuo gioco delle scie ed un ritmo che ha poi lasciato la concorrenza alle spalle con tanto di giro più veloce. Alle sue spalle gli alfieri di Best Lap Lorenzo Pegoraro e Dario Capitanio. In gara 2 vittoria di Mirko Zanardini (AC Racing) che passa a condurre dopo un sorpasso su Davide Uboldi (BF Motorsport) saldamente in testa fino all'ingresso della Safety Car. Sul terzo gradino del podio Gianluca Carboni (Best Lap). Con il quinto posto Matteo Pollini (sale in testa al campionato davanti a Capitanio quarto al traguardo.

 Nella Porsche Carrera Cup Italia sono stati Simone Iaquinta  Gianmarco Quaresmini a dividersi le vittorie nel 5° round stagionale. In gara-1 il portacolori del Team Ombra preceduto  Luca Segù e Gianmarco Quaresmini, mentre in gara-2 il pilota del Dinamic Motorsport è salito sul gradino più alto del podio davanti a  Matteo Malucelli e Simone Iaquinta. Nonostante la sua assenza per il concomitante impegno nel monomarca francese, Alessio Rovera (Tsunami RT) mantiene la leadership del campionato, mentre la Michelin Cup è sempre più nelle mani del canadese  Bashar Mardini (GDL Racing).  

 Gustavo Sandrucci e Thomas Biagi sono i vincitori del quarto round del MINI Challenge. Il leader di classifica, in gara 1, si impone davanti a Tobia Zarpellon e Gabriele Giorgi, mentre in gara 2 il guest driver di MINI Italia precede Alessio Alcidi e Gabriele Torelli, out in gara 1. In classe Lite torna a trionfare Ugo Federico Bagnasco, autore di una spettacolare doppietta davanti ad Alessandro Suerzi Stefanin. 

Grande spettacolo e lotte serrate nel monomarca dello “Scorpione” Trofeo Abarth Selenia. Il finlandese Juuso Pajurante trionfa in gara 1 davanti ad Andrea Mabellini e Cosimo Barberini che, nella gara di casa, torna alla vittoria in gara 2 regolando il finlandese Pajuranta, Mabellini e lo svedese Appelqvist. Ottima prestazione anche per Monetti, quarto in gara 1 e quinto in gara 2.

Il giro di boa della Seat Leon ST Cup si chiude nel segno di Raffaele Gurrieri e dei fratelli Guido e Nicola Sciaguato. In gara 1 è il driver siciliano ad imporsi davanti a Nicola Sciaguato e Paolo Palanti, mentre in gara 2 Guido Sciaguato precede Pelatti e il vincitore di gara 1 Gurrieri.