EN

Il momento di scaldare i motori è vicino, la MotoGP sta per arrivare nel circuito del Mugello. Il tempio delle corse su due ruote si prepara ad accogliere il Gran Premio d’Italia dal 9 all’11 giugno. Preparatevi a immergervi in un'esperienza mozzafiato, una storia di passione e sfide che si rinnova ogni anno.

Il Circuito del Mugello è infatti una delle piste più amate e impegnative del campionato MotoGP, ed ha una lunga storia nel mondo delle corse motociclistiche. La sua prima edizione del Gran Premio d'Italia MotoGP si è tenuta nel lontano 1976, ed è diventato un appuntamento fisso dal 1994. Nel corso degli anni, il circuito ha ospitato numerose edizioni competitive, diventando così un'icona nel panorama motociclistico per il suo tracciato “old school!” oltre alla bellezza delle colline toscane circostanti.

La pista toscana è famosa per il suo lungo rettilineo, che misura 1.141 metri. Questo richiede una potenza motore considerevole e, naturalmente, un sistema frenante eccellente per non perdere quanto guadagnato in velocità. Fortunatamente, le restanti 14 curve del tracciato consentono ai dischi in carbonio di raffreddarsi adeguatamente.

Il circuito si estende per 5 chilometri e 245 metri. Durante la gara di MotoGP, che prevede 23 giri, si affrontano 9 frenate lungo il percorso, che rappresentano il 29% del tempo di gara. Tra le staccate più complesse si trova quella subito dopo la curva 1, dove i piloti devono passare da 342 a 97 km/h in soli 306 metri, coprendo tale distanza in soli 5,6 secondi. Un'altra curva impegnativa è l'ultima, la curva 15, in cui i piloti devono ridurre la velocità da 272 a 109 km/h in 227 metri, impiegando solamente 4,6 secondi.

Proprio per questo motivo che il Gran Premio d'Italia Oakley è una scarica di adrenalina pura e, con il passare degli anni, il tracciato ha visto alcune delle imprese più memorabili dei piloti italiani storia. Nomi come Loris Capirossi, Max Biaggi, Valentino Rossi, Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci sono entrati nella leggenda del motociclismo grazie alle loro vittorie e alle loro sfide epiche sulla pista toscana. Oggi, è il turno dei giovani talenti italiani di farsi strada nell Motomondiale, dimostrando la loro abilità e conquistando successi in tutte le categorie.

Vincere al Mugello rimane il sogno di tanti piloti, a partire dagli italiani con Valentino Rossi che ha passato il testimone ai piloti della Mooney VR46 e dell’Accademy, primo fra tutti il campione del mondo in carica Pecco Bagnaia su Ducati. Per tutti il Mugello rimane il “Mugiallo”, per la marea gialla di tifosi che campeggiano sulle colline e affollano il  paddock, anche se tanti saranno i fan club, senza contare la Tribuna Ducati al Correntaio e quella KTM alla Materassi.  

Quest’anno il Mugello parla italiano con due azzurri in testa al Mondiale: il leader e Campione del Mondo in carica Pecco Bagnaia e il pilota della Mooney VR46 Marco Bezzecchi, secondo ad un punto, entrambi su Ducati. 

Tra i fan club sulle colline, le Tribune Ducati e KTM la festa è assicurata. La promozione sui biglietti in prevendita su tickeone.it e mugellocircuit.com continua fino al 28 Maggio. 

 

Scarperia – Un sabato ricco di emozioni per il Round Pata al Mugello Circuit. Le gare sono state caratterizzate da condizioni meteo difficili, in una giornata che si è aperta con un momento celebrativo per Nicola Carraro. Il pilota Pata Talento Azzurro FMI era reduce dal trionfo internazionale dello scorso fine settimana, dove ha vinto la gara dell'Estoril del primo appuntamento FIM Junior GP. Carraro è stato celebrato oggi in griglia di partenza, omaggiato dal Presidente FMI Giovanni Copioli.

 Tornando al CIV, Michele Pirro ha volato sull'acqua del Mugello. In una gara Sbk inizialmente interrotta per pioggia, ripartita sulla distanza di 10 giri e dichiarata wet, il campione in carica ha fatto il vuoto dietro di se. Il pilota Ducati Barni Spark, scattato dalla pole, ha condotto dall'inizio alla fine, andando a conquistare la seconda vittoria di questa stagione con un vantaggio di oltre 18 secondi sul primo dei suoi inseguitori: Alessandro Delbianco. L'alfiere Yamaha Keope è tornato nelle posizioni di vertice, riuscendo ad avere la meglio su Lorenzo Zanetti. Il centauro Ducati Broncos ha chiuso ad oltre 22 secondi da Pirro, complice anche una scelta di gomma intermedia. In classifica generale Pirro ha riconquistato la vetta con 59 p. davanti a Zanetti con 57 p. e Vitali (Honda Scuderia Improve, 7° in pista) a 42 p. Da segnalare come quella di oggi per Pirro sia stata la 60 vittoria nel CIV Sbk su 90 gare. 70esimo successo nell'italiano contando anche quelli in 125, Supersport e Stk1000.

 Ss Ng 600 - Emozioni nella Ng. La gara ha visto una bagarre a quattro, con i piloti a giocarsi la vittoria fin sotto la bandiera a scacchi. A vincere, primo trionfo per lui in questa stagione, è stato l'alfiere Kawasaki RM: Stefano Valtulini. Seconda posizione, primo podio per lui, per Daniel Blin (Ducati Af) con Marco Bussolotti (Yamaha Axon Seven) terzo e Massimo Roccoli (Yamaha Promodriver) quarto. Sesta posizione per Simone Corsi (Yamaha AltoGO). In classifica generale Corsi è leader con 46 p. davanti alle wild card mondiali di Misano, Van Straalen con 45 p. e Montella con 38 p. Quest'ultimo a pari merito con Bussolotti.

Moto3 - Vittoria per Elia Bartolini (Lucky Racing). Il campione CIV Moto3 2021, tornato all'italiano in questo Round Pata, ha centrato subito il successo, andando a vincere con margine sul bagnato di gara1. Dietro di lui è stato arrivo in volata per le restanti posizioni del podio, con il secondo posto andato a Matteo Morri (MR Racing), primo podio per lui, e il terzo per la wild card Alessandro Morosi (BucciMoto). Caduta per il leader di Campionato. Vicente Perez Selfa (2WheelsPoliTo GP Project) è incappato in una scivolata mentre era al comando, riuscendo però a ripartire e a chiudere in ottava posizione. Quinto e sesto si sono classificati rispettivamente altri due protagonisti del campionato: Leonardo Abruzzo (Ac Racing BeOn) e Nicola Carraro (Pos Corse BeOn). In classifica generale Perez è ancora leader con 58 p. davanti a Lunetta con 40 e Abruzzo con 37. Lunetta che però ha corso solo il Round 1 come wild card. Prima della gara si è verificato un principio d'incendio nel box Brevo, prontamente spento dai commissari antincendio dell’Autodromo.

Premoto3 - Vittoria in solitaria per Brian Diego Uriarte. Lo spagnolo su BeOn Cecchini ha ottenuto la prima posizione con un vantaggio di tre secondi sui suoi inseguitori. Dietro di lui è stata bagarre per la seconda posizione, conclusa solo sotto la bandiera a scacchi a favore di Pierfrancesco Venturini (Brevo Ac Racing), primo podio per lui, davanti ad Edoardo Liguori, pilota Pata Talento Azzurro (2WheelsPoliTo Pasini). In classifica generale Liguori è leader con 61 p. davanti ad Uriarte con 50 p. e Barbagallo (2WheelsPoliTo Pasini, 7° in pista) con 42 p.

Ss300 - Dominio di Matteo Vannucci. Il nativo di Bagno a Ripoli, reduce dal podio nel mondiale di categoria, ha ottenuto il successo nella gara di casa conducendo dall'inizio alla fine. Il pilota Ag Motorsport Yamaha ha imposto un ritmo insostenibile per i suoi avversari, rifilando un distacco di 21 secondi al primo dei suoi inseguitori: Oscar Nunez Roldan. Seconda posizione per lo spagnolo su Kawasaki Guerreri, con il terzo gradino del podio andato a Bruno Ieraci e la sua Kawasaki Prodina. In classifica generale Ieraci è ancora leader con 66 p. davanti a Vannucci con 57 p. e Nunez Roldan con 33 p.

Guido Pini ha conquistato il suo primo podio nel Red Bull Rookies Cup, il campionato internazionale organizzato dalla Motogp, che ha come obiettivo quello di far crescere giovanissimi piloti per inserirli nel motomondiale. Dopo aver occupato anche la prima posizione per alcuni tratti della corsa, Pini si è piazzato secondo tagliando il traguardo in scia al vincitore, lo spagnolo Angel Piqueras. Le due gare di questo weekend si sono disputate in Francia sul prestigioso circuito di Le Mans dove questo pomeriggio andrà in scena anche la gara di Motogp con Pecco Bagnaia (Ducati) in pole position. Il 15enne pilota di Scarperia (Firenze), dove sorge l'Autodromo del Mugello, ha disputato oggi la sua sesta gara di questo campionato dopo aver ottenuto un 12/o, e un 8/o piazzamento nelle precedenti competizioni che si sono svolte rispettivamente in Portogallo e in Spagna. Già ieri Pini aveva dimostrato di trovarsi a proprio agio sulla pista francese, conquistando la 5/a piazza e oggi ha confermato che il suo talento è in continua crescita. Guido fa parte dei Pata Talenti Azzurri della Federazione Motociclistica Italiana (Fmi), lo scorso anno ha militato nella European Talent Cup e nei due anni precedenti ha partecipato al Campionato italiano velocità (Civ) nella classe Premoto3. Sempre lo scorso anno, proprio al Mugello, si è presentato come wild card alla terza gara in Moto3, vincendola. Il prossimo appuntamento sarà proprio qui al Mugello, 10 e 11 giugno in occasione del Gran Premio d’Italia Oakley di Motogp.

 

Si torna in pista. Dal 12 al 14 maggio  il Mugello Circuit ospita il Campionato Italiano Velocità, CIV, massima espressione del motociclismo nazionale e vivaio dei nuovi talenti azzurri. Tanti gli eventi di contorno, come la Cycling Circuit Experience targata Giant (che permetterà ai partecipanti di fare un esclusivo giro di pista con la propria bicicletta) e la CIV Experience di Motor Bike Expo. Cinque le Classi: 

Sbk - Si ripartirà dal leader di Campionato: Lorenzo Zanetti.  Ad inseguirlo ci sarà il Campione in carica e la sua Ducati Barni Spark numero 1. Michele Pirro, distante 7 punti, proverà già al Mugello a riprendersi la vetta della generale. Vicinissimo a Zanetti, a -8 punti, c’è un altro protagonista del primo Round: Luca Vitali (Honda Scuderia Improve). Voglia di rivalsa invece da parte di alcuni protagonisti della vigilia, in ombra a Misano. Luca Bernardi, Samuele Cavalieri (Aprilia Nuova M2) ma soprattutto Alessandro Delbianco (Yamaha Keope) proveranno a tornare nelle posizioni di vertice già al Mugello.

Ss 600 Ng - Al Mugello si riparte dal "virtuale" leader di Campionato. Che sempre di nome mondiale si tratta: Simone Corsi. Il pilota Yamaha AltoGO è quello meglio piazzato nella generale, con 36 punti. Ad inseguirlo c'è il Campione 600 CIV, Marco Bussolotti (Yamaha Axon Seven). La classifica però è corta, a conferma dell'equilibrio nella categoria. A partire da Bussolotti ci sono quattro piloti racchiusi in cinque punti: Luca Ottaviani (MV Agusta Extreme), Massimo Roccoli (Yamaha Promodriver) e Roberto Mercandelli (Yamaha Rosso e Nero). 

Moto3 - Equilibri già definiti nella categoria. A Misano Vicente Perez Selfa ha messo in chiaro le sue ambizioni da titolo. Il pilota 2wheelsPolito GP Project è stato autore di una convincente doppietta. Per Nicola Carraro ci sarà da inseguire. L'alfiere BeOn We Race Pos Corse arriverà al Mugello con 24 punti da colmare, stesso gap di Leonardo Abruzzo (BeOn AC Racing). Carraro reduce però dalla vittoria all'Estoril nel primo appuntamento del FIM Junior GP. Tornando al CIV, Occhio anche a Cristian Lolli. Il pilota BeOn Cecchini ha ottenuto un 3 posto a Misano.

Premoto3 - Edoardo Liguori, Pata Talento Azzurro FMI su 2WheelsPolito Pasini arriva al Mugello da leader.  Il compito di provare ad avvicinarsi alla vetta spetterà ad un altro Talento Azzurro, Gionata Barbagallo. Occhio però anche a Diego Brian Uriarte. Lo spagnolo su BeOn Cecchini è a -20 punti da Savino ed è facile pensare che arriverà al Mugello sulle ali dell'entusiasmo, essendo reduce dal gran weekend in Etc, dove ha ottenuto pole e vittoria. Proverà ad inserirsi nella lotta per la vittoria anche un altro pilota Talento Azzurro FMI: Gabriel Tesini (Brevo Ac Racing), distante 22 punti da Liguori.

Ss300 - Il duello si preannuncia  tra Bruno Ieraci e Matteo Vannucci. Nel weekend però si corre sulla pista di casa per Vannucci, nativo di Bagno a Ripoli. Con il toscano che ha dimostrato il suo stato di forma anche nel mondiale di categoria, dove ha appena ottenuto un altro podio. 

BIGLIETTI

acquistabili direttamente all'ingresso paddock 

Venerdì: Ingresso libero a prato, paddock e tribune

Sabato e Domenica: Ingresso prato 5€, paddock e tribuna centrale 15€, paddock e tribuna centrale ridotto 10€.

 
 
 

L’anteprima del weekend PNK Motorsport 

Secondo round stagionale per PNK Motorsport in occasione del Mugello Racing Weekend del 29-30 aprile. Sul circuito toscano, grande attenzione sul debutto del National GT Challenge: la nuova categoria dedicata alle vetture GT prenderà infatti il via il prossimo fine settimana al Mugello con un parterre d'eccezione rappresentato dalle migliori auto dei più grandi marchi mondiali impegnati nel motorsport quali Ferrari, Porsche e Mercedes. 

Torna anche la RS Cup, una delle categorie più entusiasmanti del panorama nazionale: dopo le battaglie inaugurali di Vallelunga, parte la rincorsa a Pier Luigi Sturla che si è imposto come uomo da battere a bordo della Renault Clio 1.6 Turbo. Al Mugello Circuit, confermata la presenza di tutti i principali inseguitori, da Fulvio Casciandrini a Paolo Tartabini e Pietro Alessi.

Presenti anche Mitjet Italia, Histo Cup, Alfa Revival Cup e Youngtimers Cup. Sarà possibile seguire l’intero weekend di gare grazie alla diretta televisiva sul canale MS Motor TV, al 229 di Sky. Le gare saranno disponibili live sulla piattaforma OTT "MS Plus", disponibile come app per iPhone e Android, oppure in streaming sui canali Facebook e YouTube di PNK Motorsport.

La prossima settimana, nel weekend del 28-30 aprile, si riaccenderanno i motori del Mugello Racing Weekend by PNK Motorsport. Saranno ancora protagoniste le quattro ruote, dopo il weekend della 12H del Mugello e di Peter Auto. Farà l’esordio il primo appuntamento il National Gt Challenge, serie dedicata alle vetture Gran Turismo. Il format prevede due gare Sprint da venti minuti, dove sarà possibile dividere l’abitacolo con un compagno.

Le vetture partecipanti saranno divise per classi, in modo da poter competere ad “armi” pari. Tra i piloti che hanno aderito, ci sarà Stefano Valli che dopo varie stagioni a bordo della BMW, sarà nuovamente al via con la Mercedes AMG GT3, sempre gestita dal Team Zerocinque Motorsport. Un pilota di esperienza, con un passato nel WTCC. Per Valli è la seconda stagione a bordo della vettura di Stoccarda, come lui ci sono diversi piloti che hanno accettato questa sfida. Tra loro, troviamo Alessandro Mazzolini nella Gt Cup Light a bordo della Porsche 991 3.8 del Team Piloti Forlivesi. Pilota assolutamente motivato che punterà al titolo di classe. Dopo una Mercedes e una Porsche, ci sarà una Ferrari 488 Challenge per Sergio Ghiotto. Il pilota vicentino non è nuovo nel Motorsport e vanta esperienze nella Boss GP.

Non poteva mancare una Lamborghini, la Huracan GT3 sarà portata in pista da Bruno Jarac e Giovanni Ambroso, quest’ultimo presenza fissa nel campionato Italiano Autostoriche. A gestire la vettura sarà il Team EESTI Motorsport. Presente anche il Campionato Mitjet, seconda tappa stagionale dopo l’esordio a Vallelunga. Lotta serrata fin da subito per quanto riguarda la classifica assoluta, con Tournissoux in testa con tre punti di vantaggio su Damiani (FRA) e Jankavicius (Campione 2022). Un punto di distacco tra De Marco e Malvestiti tra i Gentleman, mentre Forenzi svetta tra gli Junior e Makarovski tra i Senior. Ospite del weekend la serie Histo Cup, serie austriaca che raccoglie diverse classi, turismo storiche come ad esempio le Alfa GTA, Mini Cooper S, Escort e tanto altro, a cui poi si affianca le Formule storiche, il BMW 325 Challenge. Non mancano le Young Timer, vetture costruite dal 1991 al 2006 e tanto altro ancora. Presente l’Alfa Revival Cup by Canossa Events dedicato alle Alfa Romeo GT e Turismo costruite fra il 1947 e il 1981 che debuttano al Mugello per la stagione 2023. Cinque appuntamenti stagionali che vedranno la chiusura a ottobre al Marco Simoncelli. A chiudere il “corposo” fine settimana, i piloti della RS Cup, serie dedicata alle “piccole” vetture francesi. Lotta aperta fin dal primo semaforo e soprattutto tutti a caccia di Pier Luigi Sturla, a punteggio pieno dopo la doppietta di Vallelunga e con già trenta punti di vantaggio su Casciandrini. Andrea Bonifazi in vetta tra gli Over 50 davanti a Manuel Stefani, mentre il giovane Pietro Alessi è leader nella under 25, ma soprattutto ha dimostrato al via della stagione di poter combattere per l’assoluta.

Sarà un weekend ricco di emozioni e l’Autodromo del Mugello sarà la splendida cornice. 

Il conto alla rovescia segna meno di dieci giorni dall’edizione 2023 del Circuito Stradale del Mugello (28-30 aprile), gara di regolarità classica che trova le sue origini nel lontano 1914, data che gli conferisce il prestigio di essere una delle manifestazioni più antiche d’Italia.

 
Il programma dell’evento porterà i partecipanti ad attraversare scenari meravigliosi della Toscana, dove verranno percorse strade e valichi calcati in passato dai piloti che hanno fatto grande il Gran Premio del Mugello fino al 1970, anno della sua ultima edizione.
 
Il percorso di quest’anno si sviluppa su 290 km con 90 prove cronometrate e 8 prove di media.
 
Venerdì 28 aprile sarà dedicato all’arrivo dei concorrenti e alle consuete procedure di verifica sportiva e tecnica, degli equipaggi e delle auto in gara.
 
Durante la prima tappa, prevista sabato 29 aprile, la competizione partirà da Piazzale Michelangelo, in pieno centro storico di Firenze e toccherà località come ImprunetaStrada in ChiantiTerranova BraccioliniSan Giustino Valdarno, spingendosi fino ad Arezzo, per la sosta pranzo. Nel pomeriggio il percorso si snoderà nel territorio Casentinese passando da Bibbiena Poppi per poi terminare al Passo della Consuma, consentendo agli equipaggi di rientrare liberamente a Firenze.
 
Lungo il percorso della seconda tappa, domenica 30 aprile, gli equipaggi saranno chiamati a confrontarsi sullo storico tracciato del Gran Premio del Mugello, passando da San Piero a SieveScarperia, dal Passo del GiogoFirenzuola, dal Passo della Futa e Barberino di Mugello, per terminare al Mugello Circuit con la cerimonia di premiazione. 

La parata in pista dell’Autodromo Internazionale del Mugello  è prevista tra le 12:30 e le 14:00. Un evento da non mancare per tutti gli appassionati di motori. 

Secondo round stagionale per PNK Motorsport con il Mugello Racing Weekend del 28, 29 e 30 aprile 2023. Tante le categorie confermate, a partire dal debutto del National GT Challenge. Per tutti gli appassionati delle vetture turismo ci sarà inoltre il via stagionale della Coppa Italia Turismo Endurance, unico campionato privato di durata a poter vantare la licenza ufficiale delle vetture TCR. Confermato anche lo spettacolo della RS Cup, con il monomarca dedicato alle Renault Clio 1.6 Turbo che da sempre si contraddistingue per competitività e duelli in pista. Molte altre categorie si alterneranno nel corso del weekend, con la presenza di campionati quali Mitjet Italia, Alfa Revival Cup, Youngtimers e Histo Cup.

Anche in questo caso confermata la diretta televisiva targata MS Motortv, canale 229 di Sky Diretta disponibile anche in streaming su MS Plus (app disponibile su iPhone e Android) e sui canali Facebook e YouTube di PNK Motorsport