EN

Il Round del CIV dal Mugello ha mantenuto le promesse della vigilia, assegnando già nelle gare del sabato i primi titoli italiani della stagione in Premoto3 e Moto3. Nella entry class tricolore è stato testa a testa tra Leonardo Zanni ed Edoardo Liguori. Una battaglia conclusa solo al fotofinish a favore del pilota M&M Technical Team. Con Liguori che però ha molto da festeggiare. Grazie al secondo posto di oggi, il pilota 2WP Pasini e Pata Talento Azzurro FMI si è infatti laureato Campione Italiano Premoto3 in anticipo. Una successo costruito con 4 vittorie, 4 secondi posti e un terzo posto su nove gare. Senza quindi mai scendere dal podio. In pista, alle loro spalle ha chiuso Cristian Borrelli (Buccimoto). In classifica generale Liguori è Campione con 196 p. davanti al pilota Brevo AC Racing: Gabriel Tesini (6° in pista) con 95 p. e Borrelli con 91 p.
 
Moto3 - Vicente Perez Selfa ha chiuso i giochi. Alla sua maniera, andando a vincere con 12 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Firmando anche il nuovo best lap in gara (1'57.642). L'ottava vittoria stagionale su nove appuntamenti ha il sapore del trionfo per il pilota GP Project 2WP, perché vuol dire titolo italiano. Grazie all'ennesimo successo lo spagnolo si è infatti laureato Campione Italiano Moto3 con ben tre gare d'anticipo. A coronamento di una stagione dominata. Dietro di lui, seconda posizione per Nicola Carraro (Pos Corse). Lotta fino al fotofinish per il terzo gradino del podio, andato alla fine a Cristian Lolli (BeOn Cecchini) bravo a sopravanzare Guido Pini (BeOn AC Racing). Con quest'ultimo, pilota Pata Talento Azzurro FMI, presente al Mugello come wild card e impegnato nella Red Bull Rookies Cup e nella European Talent Cup. Competizione in cui è terzo, migliore degli italiani. In classifica generale della Moto3 CIV Perez Selfa è campione con 208 p. davanti a Leonardo Abruzzo (BeOn AC Racing, 8° in gara) a 109 p. davanti a Lolli con 105 p.

Superbike - Michele Pirro è tornato alla vittoria. L'alfiere Ducati Barni Spark, scattato dalla pole, ha fatto una gara delle sue, imponendo il proprio ritmo - insostenibile per i suoi avversari - e andando a vincere con oltre sei secondi di vantaggio. Sesto successo stagionale per il pluricampione italiano. Seconda posizione per Alessandro Delbianco. Il pilota Yamaha Keope è tornato nelle posizioni di vertice, ottenendo il secondo piazzamento del 2023. Alle loro spalle è stata bagarre fino all'ultimo centimetro di pista per il terzo gradino del podio. A spuntarla è stato Lorenzo Zanetti (Ducati Broncos) bravo ad avere la meglio su Roberto Tamburini, all'esordio nella Superbike italiana 2023 con la seconda Yamaha Keope. In classifica generale Pirro e Zanetti sono in vetta a pari merito con 165 p. davanti a Luca Bernardi (Aprilia Nuova M2, 5° in gara) con 132 p.
 
Supersport 600 NG - Emozioni fino all'ultimo centimetro di pista, con una bagarre a tre per la vittoria conclusasi solo al fotofinish. A vincere è stato Luca Ottaviani (MV Agusta Extreme), primo successo per lui in stagione, davanti a Emanuele Pusceddu (Yamaha J Angel), tornato a podio dopo i due quarti posti di Misano e Simone Corsi (Yamaha AltoGo) terzo. Out per una caduta la wild card Lorenzo Dalla Porta (Yamaha Evan Bros). In classifica generale Corsi è ancora leader con 157 p. davanti a Pusceddu con 123 p. e Marco Bussolotti (Yamaha Axon Seven, 7° in gara) con 104 p.
 
Supersport 300 - Vittoria assegnata al fotofinish anche nella 300. La bagarre è stata tra Matteo Vannucci e Bruno Ieraci, con il primo su Yamaha AG Motorsport bravo a trovare il guizzo finale per battere il rivale su Kawasaki Prodina. Alle loro spalle, terzo gradino del podio per Mattia Martella (Kawasaki EE Squadra Corse) distante però oltre due secondi dal duo di testa. In classifica generale Ieraci è leader con 194 p. davanti a Nunez Roldan (Kawasaki Guerreri, 5° in pista) con 136 p. ed Emanuele Cazzaniga (Yamaha Racestar, 6° in pista) con 119 p.

  

Il Mugello ospita la WEC e il CIV Femminile, competizione interamente dedicata alle donne e che vede la sua fase finale di stagione proprio tra le colline toscane. La Women’s European Championship, rassegna continentale, disputa ogni anno tre round in Italia e tre in diverse nazioni europee. Sui tracciati di Misano e del Mugello, unisce la propria griglia con quella del CIV Femminile, campionato su scala nazionale che racchiude le ragazze che lottano per il titolo italiano.

La WEC, con presenze in griglia sempre più internazionali, arriva alla gara del Mugello con il titolo già assegnato. Beatriz Neila Santos ha conquistato il suo quarto campionato consecutivo, confermandosi la campionessa della categoria femminile europea. Non tutto è stato semplice per la spagnola, che ha combattuto contro rivali agguerrite che ancora adesso promettono battaglia e regalano spettacolo in pista.

Così sarà nella gara odierna, che vede la spagnola Natalia Rivera partire dalla pole position. In questo fine settimana, WEC e CIV Femminile formano una griglia unica, con il campionato nazionale ancora da assegnare e decisamente tirato. È Aurelia Cruciani la migliore in griglia della rassegna italiana, che scatta dalla quarta posizione generale, ma conquista la pole position della categoria CIV.

Divise, ma unite: le ragazze dei due campionati hanno classifiche separate ma in questa occasione hanno una griglia unica. Inoltre, alcune partecipano sia alla categoria italiana che a quella europea, lottando così sia per il titolo nazionale che per quello europeo. È il caso di Roberta Ponziani, che disputa la WEC e nello stesso tempo è al comando della classifica generale del CIV Femminile.

 

Pirro (Superbike) e Mercandelli (Supersport 600 NG) in pole provvisoria al Mugello.
Perez Selfa (Moto3), Borrelli (Premoto3) e Vannucci (Supersport 300) gli altri poleman del venerdì.
Con il primo turno di qualifiche del venerdì è ufficialmente scattato il Round 5 del CIV al Mugello. Un weekend di gare arricchito dalla presenza di wild card come Lorenzo Dalla Porta, impegnato nella Supersport 600. «Erano anni che non tornavo al CIV - ha dichiarato il Campione del Mondo Moto3 2019 - e ho trovato un paddock migliorato nel tempo. Una cosa molto positiva. Cosa consiglierei ai giovani? Prima di tutto di divertirsi, dare il massimo e allenarsi tanto per essere sempre pronti».
Superbike - La pole provvisoria è andata a Michele Pirro. Il pilota della Ducati Barni ha iniziato nel migliore dei modi il weekend del Round Just1 al Mugello, fermando le lancette dell'orologio sull'1'50.922. Alle sue spalle, appaiate a sei decimi di distanza, le due Yamaha Keope, con Alessandro Delbianco secondo e Roberto Tamburini terzo. "Tambu" che è all'esordio stagionale nel CIV Superbike. Lui come la seconda Yamaha Keope. Sesto tempo, ad un secondo dalla vetta, per il leader in classifica generale: Lorenzo Zanetti (Ducati Broncos). Supersport 600 NG - A svettare è stato Roberto Mercandelli. Il pilota Yamaha Rosso e Nero ha firmato il best lap con 1'53.565, distaccando di appena 87 centesimi la Ducati Renzi Corse di Matteo Patacca. Terzo miglior crono, distante due decimi da Mercandelli, per un'altra Ducati, quella Mesaroli di Davide Stirpe. Il capoclassifica Simone Corsi (Yamaha AltoGO) ha chiuso invece con l'ottavo tempo (1'54.170).
Moto3 - Perez Selfa non ha fatto sconti. Il dominatore della stagione ha messo le cose in chiaro fin da subito anche nel venerdì del Mugello, chiudendo la Q1 con il miglior tempo (1'56.935). Dietro di lui, distante un secondo e 7 decimi, Nicola Carraro con Elia Bartolini a firmare il terzo miglior crono di giornata, distante quasi due secondi da Perez. Premoto3 - Nella entry class del CIV, che dal prossimo anno vedrà tutti i piloti in sella alle Honda NSF250R, il best lap è stato realizzato da Cristian Borrelli (Buccimoto) in 2'04.102. Ad un decimo da Borrelli ha chiuso il leader di categoria, Edoardo Liguori che forte dei suoi 91 punti di vantaggio in classifica generale su Gabriel Tesini (14° in Q1) proverà a diventare Campione già nel Round Just1.
Supersport 300 - Il circuito "di casa" deve averlo ispirato. Matteo Vannucci ha realizzato il best lap nella Q1 di categoria, con il tempo di 2'04.670. Dietro al pilota Yamaha AG Motorsport, distaccato di due decimi, ha chiuso il leader di Campionato, Bruno Ieraci. Terzo miglior crono, lontano sette decimi dalla vetta, per Emanuele Cazzaniga (Yamaha Racestar).
Eventi – Non mancheranno gli eventi di contorno al Round Just1. Sabato spazio alla Cycling Circuit Experience organizzata da Giant. L’attività, prevista a fine giornata, permetterà ai partecipanti di fare un esclusivo giro di pista con la propria bicicletta. Accompagnati da alcuni Ambassador del brand, tra cui piloti del calibro di Lorenzo Zanetti e Simone Corsi.
 
Biglietti: Sabato e domenica: Circolare prato: € 5 - Terrazza box e tribuna centrale intero: € 15 - Terrazza box e tribuna centrale ridotto donne, U18 e Tesserati FMI: € 10. U14 accompagnati da un adulto, residenti nel Comune di Scarperia e San Piero (FI): gratis

Al Mugello per diventare Campioni

Questo fine settimana il Mugello Circuit ospiterà il CIV Campionato Italiano Velocità, massima espressione del motociclismo nazionale organizzato dalla Federazione Motociclistica Italiana. L’appuntamento è impreziosito dalla presenza di wild card come l’idolo locale Guido Pini, il fiorentino Lorenzo Dalla Porta, e dal ritorno del CIV FemminileLe battaglie in pista saranno visibili in diretta su FedermotoTV, con Vicente Perez Selfa (Moto3) e Edoardo Liguori (Premoto3) ad un passo dal titolo. E con la grande novità annunciata proprio per la Premoto3 del prossimo anno: l’arrivo della Honda NSF250R per tutti i piloti della categoria. La stessa moto dell’European Talent Cup.

Superbike - A due round dal termine il Campionato è apertissimo. Sulla pista toscana proseguirà il testa a testa tra i due protagonisti di stagione: Lorenzo Zanetti e Michele Pirro. "Zorro" arriverà al Mugello da leader forte dei suoi 149 punti in classifica. Frutto di un ruolino di marcia fatto solo di vittorie e piazzamenti. Il pilota Ducati Broncos infatti non è mai sceso dal podio in questo 2023. A 9 lunghezze ci sarà ancora Pirro. L'alfiere Ducati Barni Spark è reduce dal weekend dolce amaro di Misano a fine luglio, nel quale ha trionfato nella Racing Night del sabato salvo poi incappare in una caduta alla domenica. Da tenere d'occhio Luca Bernardi. Il portacolori Aprilia Nuova M2 è in grande crescita. Nell'ultimo round hraccolto un secondo posto ed una vittoria, la seconda stagionale per lui. E con 28 punti di distacco da Zanetti, è in piena lotta per il titolo. Da segnalare la presenza di Roberto Tamburini con la Yamaha del Keope Motor Team, che affianca così un’altra moto oltre a quella di Alessandro Delbianco.

Supersport 600 Ng - Simone Corsi ha preso margine. Il pilota Yamaha AltoGo ha ottenuto nella Racing Night a Misano il primo successo nell'italiano, bissato subito con la vittoria nella gara di domenica. Il romano si presenterà al Mugello da capoclassifica, con 141 punti, 38 in più rispetto ad Emanuele Pusceddu. L'alfiere Yamaha J Angel è reduce dai due quarti posti del round 4 e proverà a migliorare il risultato ottenuto sulla pista toscana a maggio: secondo posto. Ad una sola lunghezza di distacco da Pusceddu c'è Massimo Roccoli. Il pluricampione italiano su Yamaha Promodriver è tornato a podio nella Racin Night, primo piazzamento per lui nel 2023. Facile prevedere come proverà a migliorarsi al Mugello. Occhio poi a Lorenzo Dalla Porta. Il toscano sarà presente al CIV come wild card in preparazione dell'impegno nel Mondiale di categoria. E sarà in sella alla Yamaha del Team Evan Bros. Un gradito ritorno all'italiano per il Campione del Mondo Moto3 2019, nonché Campione Italiano 125 GP nel 2012.

Moto3 - Primo match point per Vicente Perez Selfa. Lo spagnolo su 2WP GP Project arriverà al Mugello forte delle sue 7 vittorie su 8 gare. Numeri da capogiro che gli hanno consentito di presentarsi al 5° round con 82 punti di vantaggio sul primo dei suoi inseguitori: Leonardo Abruzzo. E di provare a diventare campione già sulla pista toscana. Oltre all'alfiere BeOn Ac Racing, per cercare di rimandare i sogni di gloria di Perez Selfa ci saranno anche Cristian Lolli (BeOn Cecchini, 3° nella generale), reduce dalla partecipazione nel CIVS a Spoleto (vittoria nella Under), ed Elia Bartolini (Lucky Racing, 4°). Un terzetto racchiuso in 13 punti di distacco tra loro, con Bartolini che quest'anno ha già vinto al Mugello. Da segnalare la presenza come wild card di Guido Pini. Il pilota Pata Talento Azzurro FMI è impegnato nella Red Bull Rookies Cup e nella European Talent Cup, dove attualmente è terzo (migliore degli italiani).

Premoto3 - Discorso simile nella entry class del CIV. Al Mugello Edoardo Liguori (2WP Pasini) sarà ad un passo dal titolo. Il Pata Talento Azzurro FMI è autore di una grande stagione, in cui non è mai sceso dal podio. Annata impreziosita da quattro vittorie. Risultati che gli hanno permesso di arrivare al quinto round con ben 91 punti di vantaggio sul duo di inseguitori: Gabriel Tesini (Brevo AC Racing) e Gionata Barbagallo (2WP Pasini), entrambi piloti Pata Talenti Azzurri FMI. Spetterà a loro il difficile compito di tenere aperto il Campionato sino al round finale di Imola.

Supersport 300 - Un uomo solo al comando anche nella 300: Bruno Ieraci. Il pilota Kawasaki Prodina Ircos si presenterà al Mugello da capoclassifica, con 49 punti di vantaggio sullo spagnolo Oscar Nunez Roldan. L'alfiere Kawasaki Guerreri è reduce dal doppio secondo posto di Misano e sul circuito toscano proverà ancora a mettere in difficoltà Ieraci. Partendo dal fatto che Nunez quest'anno, a differenza di Ieraci, ha già vinto sui saliscendi del Mugello. A provare ad inserisci nelle posizioni di vertice ci sarà anche Emanuele Cazzaniga. Il portacolori Yamaha Racestar si presenterà al via del 5° round forte della vittoria nell'ultima gara di Misano nonché del terzo posto in classifica generale, distante 65 punti da Ieraci. Al Mugello tornerà anche Matteo Vannucci. Il pilota di Bagno a Ripoli, assente a Misano perché impegnato nel Mondiale di categoria, nella gara di casa sarà di nuovo in sella alla sua Yamaha AG Motorsport. In classifica generale Vannucci è 4°, a 89 punti da Ieraci. 

CIV Femminile - Tra le protagoniste del Campionato Italiano Velocità Femminile proseguirà il testa a testa tra Roberta Ponziani e Sara Cabrini. La prima, su Yamaha, arriverà al Mugello da leader nella classifica generale con 94 punti. Ad una sola lunghezza di distacco c'è però l'avversaria su Kawasaki. Facile prevedere ancora battaglia tra le due per la leadership di Campionato. Ad inseguire il duo di testa, distante però 36 punti dalla vetta, ci sarà ancora Arianna Barale su Kawasaki.

 

“Siamo veramente emozionati di essere qui al Mugello, è una delle gare che tutti i piloti aspettano con ansia, perché è veramente uno spettacolo correre qui in queste curve …”

Queste sono le parole del Team “Cani e Porzi”, team composto da Alberto Cani e Fabrizio Porziato. Questo fine settimana torna al Mugello la Gara Moto Guzzi Fast endurance, un prova che si distingue per la partenza stile Le Mans. Si tratta di un grande ritorno nel weekend della Promo Racing Cup. Gara a coppie, oltre 80 piloti scenderanno in pista per la gara di domenica.

Dal 25 al 27 Agosto, l’Autodromo del Mugello ospita La Promo Racing Cup, gara che coinvolge oltre 300 piloti, scorrendo l’elenco degli iscritti spicca il nome di Simone Corsi ex pilota motomondiale in moto2.

Sei le classi in gara:

Trofeo Amatori, Pirelli Cup, Dunlop Cup, Yamaha R7 Cup, la Moto Guzzi Fast Endurance speciale per la sua partenza in stile le Mans, che ritorna dopo il debutto della scorsa estate e infine la RBF Cup, che per la prima volta viene eseguita nel circuito del Mugello, essendo una gara che viene principalmente svolta in piccoli circuiti.

L'Autodromo del Mugello è pronto ad accogliere nel weekend dal 25 al 27 agosto 2023 la Promo Racing Cup che vedrà in pista moltissime categorie e tanti piloti pronti ad affrontare le 15 curve del circuito toscano. 

Trofeo Italiano Amatori • Pirelli Cup • Dunlop Cup • Yamaha R7 Cup • Trofeo Guzzi Fast Endurance • Rbf Cup

Pilota, membro del settore tecnico della Federazione Motociclistica Italiana, fondatore della Promoracing nei primi Anni 70 e ancora Presidente del Moto Club Firenze, Renato Chiarelli è stato da sempre una presenza preziosa presso l’Autodromo del Mugello finché la sua salute lo ha permesso.

Stimato per la sua grande cordialità, professionalità e passione per le due ruote e i motociclisti, Renato era una presenza familiare nel paddock del Mugello così come in quello dei principali circuiti italiani, tanto che la Promoracing è diventata una grande famiglia per tanti piloti e gentleman driver amanti del tracciato toscano. Da parte di tutti i membri dell’Autodromo del Mugello le più sentite condoglianze al figlio Filippo e alla famiglia.