EN

Importanti doppiette, grandi battaglie e arrivi in volata. Le gare della domenica del Round1 ELF CIV 2021 al Mugello hanno regalato spettacolo a cominciare dalla SBK, dove c'è stata ancora una lotta a due e ancora una vittoria per Michele Pirro. In pista è stato testa a testa tra la Ducati Barni del pluricampione italiano e la Honda del poleman Luca Vitali, con sorpassi e controsorpassi. E con Pirro che nelle tornate finali ha messo in mostra tutto il suo talento, trovando il momento giusto per sferrare l'attacco decisivo al rivale in una categoria dove l'introduzione obbligatoria per tutti della centralina Motec sta livellando i valori tecnici, a tutto vantaggio del talento dei piloti, dello spettacolo e del lavoro dei team. Ancora una grande prestazione per Luca Vitali (Scuderia Improve by Tenjob), che in alcuni momenti ha dato la sensazione di poter vincere, chiudendo comunque il weekend del Mugello con un doppio secondo posto. Dietro ai primi due, altro testa a testa per l'ultimo gradino del podio, con Lorenzo Gabellini e la sua Honda Althea Racing Team che riescono ad avere la meglio sulla BMW di Gabriele Ruiu (B Max Racing), proveniente dal National Trophy 1000. In classifica generale Pirro è leader con 50 p. davanti a Vitali con 36 p. con Ferroni (12° in gara) e Zanetti (5° in gara) a 24 p. 
  
Lotta a due anche in Moto3, dove i due in questione dividono però lo stesso box, quello del Bardhal VR46 Rider Academy. In gara2 del Round 1 ELF CIV Moto3 Bartolini e Surra hanno condotto dall'inizio alla fine, mettendo in scena una gran bagarre fatta di sorpassi e controsorpassi. Alla fine è stato Bartolini a trionfare, portandosi a casa un'importante vittoria e confermando le premesse della vigilia che lo vedevano come grande favorito. Buona la reazione di Surra, che dopo l'errore di gara 1, con questo secondo gradino del podio ha dimostrato di essere anche lui pronto per la lotta al titolo. Dietro di loro, altra battaglia per il terzo gradino del podio, conquistato ancora da Biagio Miceli, alfiere Junior Team Total Gresini equipaggiato con motore 450, che ha chiuso davanti a Matteo Morri (BucciMoto Factory, anche lui con motore 450) e all'esordiente nella categoria e campione in carica Premoto3 Cristian Lolli (SM POS Corse). In classifica generale Bartolini è a punteggio pieno davanti a Miceli a 32 p. seguito da Surra a 31 p. 
  
Andrenalina in SS600, con un gruppo di testa composto da 5 piloti che si sono dati battaglia fino all'ultimo centrimentro di pista. A trionfare in volata è stato Davide Stirpe (Extreme Racing Service MV Agusta), che ha messo in mostra una grande reazione dopo la complicata gara1 di ieri. Subito dietro, seconda posizione per il pluricampione italiano Massimo Roccoli (Promo Driver Organization Yamaha) con Roberto Mercandelli (Team Rosso e Nero Yamaha) a chiuedere il podio. Vicinissimi ai primi 3 hanno chiuso il Campione del Mondiale SS300 2019 Gonzales (Yamaha) in quarta posizione, con Stefano Valtulini (Rosso Corsa Yamaha) quinto. A tagliare per primi il traguardo in pista sono stati rispettivamente Oettl (Kawasaki), Fuligni (Yamaha), e Oncu (Kawasaki), fuori classifica in quanto presenti all’ELF CIV come wild card con moto in configurazione mondiale. In classifica generale Mercandelli è in vetta con 41 p. tallonato da Roccoli a 40 p. con Stirpe a 36 p. 
  
Non sono mancate le emozioni anche nella Premoto3. L'entry class dell'ELF CIV ha regalato una gara tirata e combattuta, con un arrivo al fotofinish che ha visto il pilota Pata Talento Azzurro FMI Riccardo Trolese (M&M Technical Team) trionfare davanti ad Alberto Ferrandez Beneite (Team Runner Bike 2WheelsPoliTo) con Cesare Tiezzi (AC Racing Team CS) a conquistare la terza posizione, e Zanni e Venturini fuori dal podio ma vicinissimi ai primi. In classifica generale Ferrandez è in vetta con 45 p. davanti a Trolese con 41 p. e Zanni con 33 p. 
  
Spettacolo assoluto in SS300, con 11 piloti arrivati in volata finale racchiusi in meno di un secondo. Nel gioco delle scie, a trionfare è stato Emanuele Vocino (GradaraCorse PZ Racing Kawasaki) davanti ad Alfonso Coppola (Yamaha) e Leonardo Carnevali (Box Pedercini Corse Kawasaki). Bahattin Sofuoglu (Yamaha), che aveva tagliato il traguardo in 2° posizione, compare come 14° in classifica finale a causa della penalità di 20 secondi inflitta per non rispetto della procedura di partenza. In classifica generale Vocino è leader con 36 p. davanti a Vannucci (Junior Team AG Yamaha PATA, 6° in gara) 35 p. con Brianti (Prodina Team Kawasaki, 9° in gara) terzo nella generale con 23 p. 
  
Nel corso della pausa pranzo spazio ad una parata celebrativa di Moto Guzzi in occasione del centenario della casa dell’Aquila di Mandello. A percorrere la pista del Mugello sono stati veri e propri gioielli quali la 350 bialbero campione del mondo nel 56, la 500 8 cilindri a V del 56 vincitrice della Coppa Oro Shell nel 57 e il bicilindrico 500 del 1951. Accanto a loro, la MGS 1 preparata dai fratelli Guareschi e vincitrice a Daytona con Gianfranco e una delle V7 del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance European Cup 2021. A guidare le moto, oltre a Gianfranco, presente anche Vittoriano Guareschi

Una SBK combattuta ed equilibrata come poche altre volte in passato. Battaglie, sorpassi e colpi di scena in tutte le categorie. Il sabato del Round 1 ELF CIV 2021 dal Mugello, oltre allo spettacolo in pista, è stato il teatro per il ricordo di Fausto Gresini. Prima del via della Moto3, la griglia di partenza ha ospitato la famiglia di Fausto e la Garelli con la quale il Campione vinse il Mondiale. Accompagnati dal Presidente Copioli, da una nutrita rappresentanza FMI e da tutti i piloti della Moto3. Tutti schierati per un suggestivo e toccante minuto di silenzio in ricordo di Fausto.  In gara è stata una SBK al cardiopalma, con un arrivo in volata e 3 case diverse sul podio di gara1, segno che la novità introdotta dalla centralina unica Motec, obbligatoria per tutti in questo 2021, sta livellando i valori in campo. Privilegiando il talento dei piloti e il lavoro dei team. La vittoria, arrivata negli ultimi metri, è andata a Michele Pirro. L'alfiere Ducati Barni Racing è tornato a trionfare ma ha dovuto sudare più del previsto per avere la meglio sulla sorpresa di giornata, Flavio Ferroni, secondo a brevissima distanza da Pirro con l'Aprilia Nuova M2 Racing, dopo aver condotto anche alcuni giri in testa. A chiudere il podio la Honda di Luca Vitali (Scuderia Improve by Tenjob), che dopo la pole conquistata nella mattinata stava mettendo in mostra un gran passo, pagando un errore a metà gara ma riuscendo a recuperare fino alla terza posizione. Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) è stato il primo a tagliare il traguardo ma in quanto wild card con moto in configurazione mondiale è fuori classifica. Trionfo per Elia Bartolini in Moto3. Il pilota Bardhal VR46 Rider Academy KTM comincia come meglio non poteva la nuova stagione, andando a vincere con un distacco di quasi 3 secondi sui suoi avversari. Alle sua spalle gran bararre per le posizioni di vertice, con 3 piloti coinvolti nella battaglia finale, terminata solo al fotofinsih, con Pasquale Alfano (Protech Racing Team PRT KTM) secondo e Biagio Miceli, alfiere Junior Team Total Gresini equipaggiato con motore 450 a chiudere il podio. Con l'esordiente Lolli (SM POS Corse), campione in carica Premoto3, in quarta posizione. Giornata difficile per Alberto Surra, caduto nel primo giro e autore di una rimonta che lo ha portato a chiudere al 5° posto. Out per una caduta anche l'alfiere Junior Team Total Gresini Filippo Bianchi. Andrea Giombini (Team Minimoto KTM), inizialmente secondo al traguardo, è stato poi escluso per decisione dei G.D.G (sotto peso). Emozioni in SS600, con la vittoria andata a Roberto Mercandelli, che dopo aver conquistato la pole, ha iniziato nel migliore dei modi il suo 2021 all'ELF CIV portando al trionfo la sua Yamaha preparata dal Team Rosso e Nero. Dietro di lui battaglia per le restanti posizioni del podio, con il pluricampione italiano Massimo Roccoli (Yamaha) secondo e l'ex Campione del Mondiale 300, Manuel Gonzalez (Yamaha) terzo. Davide Stirpe (Extreme Racing Service MV Agusta), arrivato inizialmente secondo, è stato poi penalizzato di 5 secondi per sorpasso in regime di bandiera gialla, chiudendo così in quinta posizione. A tagliare per primi il traguardo in pista sono stati rispettivamente Oettl (Kawasaki) e Fuligni (Yamaha), fuori classifica in quanto presenti all'ELF CIV come wild card con moto in configurazione mondiale. La Premoto3 conferma i valori della vigilia, con tanti giovanissimi piloti di talento pronti a giocarsi la vittoria. La gara ha visto sei piloti lottare gomito a gomito fin sotto la bandiera a scacchi, con il trionfo andato al fotofinish ad Alberto Ferrandez (Team Runner Bike 2WheelsPoliTo) davanti a Leonardo Zanni (AC Racing Team CS) e Riccardo Trolese (M&M Technical Team). Vicinissimi a loro sono giunti nell'ordine il poleman Cesare Tiezzi, seguito dal pilota del Team di Davide Giugliano su Beon, Flavio Piccolo, ed Edoardo Liguori (Team Pasini Racing). Con 4 piloti parte del progetto Pata Talenti Azzurri FMI arrivati tra i primi 6. Battaglia in SS300, con il terzetto di testa autore di sorpassi e controsorpassi nel finale, con Matteo Vannucci bravo a tirar fuori il guizzo giusto negli ultimi metri che ha permesso al pilota Junior Team AG Yamaha Pata, reduce dalla vittoria nella Yamaha R3 Cup, di conquistare una grande vittoria al fotofinish. Dietro di lui, ad un solo decimo di distanza, seconda posizione per Bahattin Sofuoglu su Yamaha, con il nipote del pluricampione Kenan che dopo la conquista della pole ha ottenuto un buon secondo posto all'esordio nell'ELF CIV. Terza posizione per la wild card Thomas Brianti (Kawasaki Prodina Ircos), ad un soffio dai primi due.

TV ed eventi – Il round 1 ELF CIV 2021 dal Mugello sarà visibile in diretta sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con MS MotorTV che curerà i format di approfondimento AFTER CIV ed AFTER RACE. Le repliche delle gare saranno trasmesse su Sky Sport MotoGP HD la settimana successiva all’evento. ELF CIV che, nel corso del weekend, sarà il palcoscenico anche per importanti eventi quali una parata celebrativa di Moto Guzzi in occasione del centenario della casa dell’Aquila di Mandello con la presenza tra gli altri di Vittoriano Guareschi.

 

Pirro (SBK) e Fuligni (SS600) in pole provvisoria (con moto in configurazione CIV) vicinissimi ai tempi delle wild card mondiali Mahias e Oettl (con moto in configurazione mondiale e fuori classifica). Surra (Moto 3), Tiezzi (Premoto3) e Sofuoglu (SS300) gli altri poleman provvisori. 
 
L’attesa è finalmente terminata e i piloti ELFCIV sono scesi in pista nel venerdi del primo week end di gara al Mugello per la qualifica 1. Wild card mondiali, basse temperature e spettacolo hanno caratterizzato l’avvio della stagione 2021 nel pieno rispetto delle normative governative di contrasto alla diffusione del Covid-19 nonché delle linee guida FMI.

Adrenalina pura in Superbike dove il primo tempo è quello di Lucas Mahias. L’alfiere del team Kawasaki Puccetti Racing, al Mugello come wild card in vista del suo impegno al Mondiale Superbike, chiude il primo turno di qualifiche con il crono 1’50.805. Moto in configurazione mondiale la sua e dunque fuori classifica. La pole provvisoria va quindi a Michele Pirro. Nemmeno due decimi di distacco dal francese, segno che l’alfiere del team Barni sta prendendo confidenza con la nuova centralina Motec montata sulla sua Ducati e obbligatoria per tutta la classe regina da quest’anno. Terzo tempo quello di Agostino Santoro (1’51.164). Il giovane pilota del team Ducati Broncos, Campione in carica del National Trophy 1000, scende in pista e sorprende tutti chiudendo la prima fila provvisoria in griglia e lasciando dietro di sé piloti di esperienza come il compagno di squadra Lorenzo Zanetti.

In Moto 3 a siglare la prima pole provvisoria è il Pata Talento Azzurro Alberto Surra, passato nelle fila del team Bardhal VR46 Riders Academy. La sua KTM ha chiuso con il miglior tempo 1’58.779. A quasi 4 decimi il compagno di squadra Elia Bartolini mentre il terzo tempo è stato quello di Filippo Bianchi sulla Honda preparata dallo Junior Team Total Gresini (crono 1’59.740). Diversi i piloti che hanno montato il motore Yamaha 450 fornito da Geo Technology S.A sulle loro moto 3 sposando il progetto federale per livellare i costi e far emergere il talento, tra cui Matteo Morri, sesto tempo per lui in Q1.

Nella 600SS le wild card mondiali impreziosiscono una entry list già corposa e di livello. Il tempo più veloce (1’53.799) è di Philipp Oettl con la Kawasaki in configurazione mondiale, preparata dal team Puccetti per il week end del Mugello come test in vista dell’appuntamento Mondiale. La pole provvisoria, a soli 51 millesimi dal tedesco, è quella di Federico Fuligni in sella alla Yamaha preparata dal team RM Racing. A completare la prima fila provvisoria un’altra Yamaha, quella del team Rosso e Nero, guidata da Roberto Mercandelli (1’54.256). Quarto tempo per il pluricampione Italiano Massimo Roccoli, quest’anno con Yamaha Promo Driver Organization.

In PreMoto3 sono oltre 30 piloti in Q1 ma il più veloce è Cesare Tiezzi con la CS del team AC Racing e il crono 2’04.351. Solo 4 millesimi di distacco per il Pata Talento Azzurro Riccardo Trolese, supportato dal team Campione Italiano di categoria M&M Techical Team. Terzo posto provvisorio in griglia per Cristian Basso su BucciMoto (2’05.406) in attesa del secondo turno di qualifica del sabato mattina. Molti i giovani al debutto in Premoto3, provenienti dalla filiera FMI dei Campionati Italiani Minimoto e CIV Junior.

La 300SS scende in pista e lo fa ancora una volta con una entry list nutrita. 40 piloti a battagliare per il primo turno di qualifica e le Yamaha a siglare i tempi migliori. La pole provvisoria va a Bahattin Sofuoglu (2’06.155) nipote del Campione Kenan. A sei decimi Devis Bergamini tra le fila del team ProGP Racing e Marco Gaggi a chiudere la prima fila provvisoria con il crono 2’07.116. Sabato mattina si definirà la griglia di partenza dopo il secondo turno di qualifiche.

TV ed eventi – Il round 1 ELF CIV 2021 dal Mugello sarà visibile in diretta sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con MS MotorTV che curerà i format di approfondimento AFTER CIV ed AFTER RACE. Le repliche delle gare saranno trasmesse su Sky Sport MotoGP HD la settimana successiva all’evento. ELF CIV che, nel corso del weekend, sarà il palcoscenico anche per importanti eventi quali la presentazione alla stampa della nuova Kawasaki ZX-10R da parte di Kawasaki Italia al venerdì pomeriggio, che si terrà nell’hospitality del Team Kawasaki Puccetti Racing, e una parata celebrativa di Moto Guzzi in occasione del centenario della casa dell’Aquila di Mandello con la presenza tra gli altri di Vittoriano Guareschi, da realizzare alla domenica. Non mancherà un ricordo di Fausto Gresini poco prima del via della Moto3 alla presenza anche della famiglia di Fausto, del Presidente FMI Giovanni Copioli nonché della Garelli con la quale conquistò il Mondiale.

Motosprint Pole position – Anche nel 2021 le pole position ELF CIV saranno “targate” Motosprint. I poleman di ogni round ELF CIV riceveranno infatti il premio Motosprint Pole Position, con i giornalisti della rivista a premiare i piloti più veloci. Pole position che saranno quindi titolate Motosprint, con l’aggiunta di un nuovo appuntamento fisso. Subito dopo le premiazioni infatti, sulla pagina facebook del settimanale ci saranno interviste live con i poleman, condotte dagli inviati in circuito.

 

Clicca qui per la foto in HD

Il countdown è agli sgoccioli. L'ELF CIV è pronto a riaccendere i motori. Nel weekend il Mugello ospiterà il primo round della nuova stagione del Campionato Italiano Velocità. Tanti i nomi da tenere d'occhio, ben distribuiti nelle 5 categorie ELF CIV. Ad impreziosire il weekend di doppie gare del Round 1 la presenza di importanti wild card come i piloti impegnati nel Mondiale 600 e nel Mondiale SBK con il Team Kawasaki Puccetti (Oettl, Oncu, Mahias) e poi ancora Michel Fabrizio (Kawasaki) e Niki Tuuli su MV Agusta sempre dal Mondiale SS600. ELF CIV che sarà il palcoscenico anche per importanti eventi quali la presentazione alla stampa della nuova Kawasaki ZX-10R da parte di Kawasaki Italia al venerdì pomeriggio presso l'Hospitality del Team Kawasaki Puccetti Racing e una parata celebrativa di Moto Guzzi in occasione del centenario della casa dell'Aquila di Mandello, con la presenza tra gli altri di Vittoriano Guareschi, da realizzare alla domenica. Non mancherà un ricordo di Fausto Gresini poco prima del via della Moto3, alla presenza anche della famiglia di Fausto, del Presidente FMI Giovanni Copioli nonché della Garelli con la quale Gresini conquistò il Mondiale. Ampia la visibilità delle tante gare del fine settimana, con dirette sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con l'ELF CIV che riparte forte dell’accordo con NVP Broadcast Television come nuovo fornitore per la produzione delle gare e con il rinnovo dell’accordo con Sky e il lancio del nuovo account Twitch. Tutto per un round 1 del Campionato a porte chiuse (aperto ai soli addetti ai lavori), nel pieno rispetto delle normative governative di contrasto alla diffusione del Covid-19 nonché delle linee guida FMI (https://www.federmoto.it/speciale-covid-19-disposizioni-previste-dallultimo-dpcm-chiarimenti-e-linee-guida-le-informazioni-aggiornate/).

In pista spettacolo garantito a cominciare dalla SBK, dove il favorito è il 7 volte Campione italiano Michele Pirro su Ducati Barni Racing, pronto a riscattarsi dopo un 2020 da dimenticare. Gli avversari non mancheranno per il Tester Ducati, a cominciare dal Team Aprilia Nuova M2 Racing che, dopo aver conquistato lo scorso anno con Savadori il titolo italiano, schiererà nell'ELF CIV 2021 ben 3 piloti, con Riccardo Russo come alfiere di punta e pronto a rifarsi dopo un’annata sfortunata. SBK dove non manca il talento dei giovani, con Alessandro Delbianco e Lorenzo Gabellini che, giunti al secondo anno di esperienza nella categoria, avranno tutte le possibilità per lottare per le posizioni di vertice in sella alle Honda preparate rispettivamente dal Team DMR Racing e Althea Racing. Restando in tema di casa alata, occhio a Luca Vitali, al via con il Team Scuderia Improve by Tenjob. Non mancherà Lorenzo Zanetti, con la Ducati del Team Broncos che schiererà anche il Campione 2020 del National Trophy 1000: Agostino Santoro. A far crescere ulteriormente il livello ci saranno piloti con esperienze mondiali come Ayrton Badovini (Cherry Box 24 Guandalini Racing) e Michael Canducci (Suzuki Penta Motorsport)

La Moto3 ripartirà dalle KTM del Team Bardhal VR46 Riders Academy e dai suoi due alfieri: Elia Bartolini ed Alberto Surra, rispettivamente 4° e 2° lo scorso anno e pronti a contendersi il titolo. A dargli battaglia saranno in tanti, a cominciare dallo Junior Team Total Gresini Honda, con Filippo Bianchi pronto a lottare per le posizioni di vertice. Team Gresini Junior che, dopo il dolore per la scomparsa di Fausto, arriverà all'ELF CIV più motivato che mai. Osservati speciali Andrea Giombini (KTM Team Minimoto), 5° lo scorso anno all'esordio in Moto3, il Campione in carica Premoto3 Cristian Lolli (SM - POS CORSE) al debutto nella categoria, e l’olandese Zonta Van Den Goorbergh sulla Beon del Team di Davide Giugliano, equipaggiata con il motore Yamaha 450 fornito da Geo Technology S.A. Un progetto, quello del 450, che continua a crescere e che vedrà diversi piloti Moto3 correre in questa stagione con il 450.

Facile prevedere una SS600 agguerritissima e dal grande equilibrio, con tutti i protagonisti pronti a regale spettacolo, da Davide Stirpe (Extreme Racing Service MV) a Stefano Valtulini (Yamaha Rosso Corsa) passando per Luca Ottaviani (Kawasaki RM Racing), Marco Bussolotti (Yamaha Axon 7 Team), Roberto Mercandelli (Yamaha Team Rosso e Nero) e Massimo Roccoli (Yamaha Promodriver Organization). Da tenere d'occhio il debutto di Kevin Zannoni. Il Campione in Carica Moto3 sarà infatti al via con la Yamaha del Team SGM Tecnic, in una stagione piena di impegni per lui, dove gareggerà anche nel Mondiale MotoE. Senza dimenticare la presenza di un pilota dal passato mondiale come Livio Loi (Kawasaki Team Renzi Corse), del Campione del mondo WSSP300 Manuel Gonzalez (Yamaha) e di un altro debuttante, Nicola Settimo (Yamaha Rosso Corsa), reduce dall'aver sfiorato il titolo della 300 lo scorso anno.

Numerosa come mai negli ultimi anni la griglia di partenza della Premoto3, con 37 giovanissimi piloti al via. In tanti, dopo il buon esordio della scorsa stagione, sono attesi a confermare quanto di buono messo in mostra nel 2020, a cominciare da Guido Pini (CS AC Racing Team), Edoardo Liguori (2WheelsPolito Team Pasini Racing) e Riccardo Trolese (M&M Technical Team). Curiosità invece per scoprire i numerosi debuttanti, provenienti dalla filiera di crescita del talento composta dai Campionati Italiani Minimoto e CIV Junior. Da tenere d'occhio le due ragazze presenti in griglia: Josephine Bruno e Luana Giuliani, al via dell'ELF CIV Premoto3 2021 rispettivamente con la Phantom del Team MRT Corse & 2R Moto e con quella dell'X Racing Phantom.

Nella SS300 a partire da favoriti saranno ancora i piloti del Kawasaki Team Prodina Ircos, con Mattia Martella a guidare le fila di una squadra che schiera ben 4 piloti. In una delle categorie più combattute del Campionato, con oltre 30 piloti al via. A lottare per le posizioni di vertice ci saranno ancora Giacomo Mora (Junior Team AG Yamaha Pata) e il duo del Gradaracorse PZRacing su Kawasaki: Francesco Prioli ed Emanuele Vocino. Senza dimenticare un pilota giovane ma esperto come Omar Bonoli (KTM Team Runner Bike), i due alfieri del Team Roc'n Dea di Roccoli e De Angelis su Yamaha, Federico Iacoi e Diego Palladino e l'altro pilota Junior Team AG Yamaha Pata, Matteo Vannucci, reduce dalla vittoria nella Yamaha R3 Cup. Attesa e curiosità infine per Bahattin Sofuoglu, nipote del pluricampione mondiale Kenan e al via dell'ELF CIV SS300 su Yamaha.

 TV ed eventi – Il round 1 ELF CIV 2021 dal Mugello sarà visibile in diretta sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con MS MotorTV che curerà i format di approfondimento AFTER CIV ed AFTER RACE. Le repliche delle gare saranno trasmesse su Sky Sport MotoGP HD la settimana successiva all’evento. ELF CIV che, nel corso del weekend, sarà il palcoscenico anche per importanti eventi quali la presentazione alla stampa della nuova Kawasaki ZX-10R da parte di Kawasaki Italia al venerdì pomeriggio, che si terrà nell’hospitality del Team Kawasaki Puccetti Racing, e una parata celebrativa di Moto Guzzi in occasione del centenario della casa dell'Aquila di Mandello con la presenza tra gli altri di Vittoriano Guareschi, da realizzare alla domenica. Non mancherà un ricordo di Fausto Gresini poco prima del via della Moto3 alla presenza anche della famiglia di Fausto, del Presidente FMI Giovanni Copioli nonché della Garelli con la quale conquistò il Mondiale.

Motosprint Pole position – Anche nel 2021 le pole position ELF CIV saranno “targate” Motosprint. I poleman di ogni round ELF CIV riceveranno infatti il premio Motosprint Pole Position, con i giornalisti della rivista a premiare i piloti più veloci. Pole position che saranno quindi titolate Motosprint, con l’aggiunta di un nuovo appuntamento fisso. Subito dopo le premiazioni infatti, sulla pagina facebook del settimanale ci saranno interviste live con i poleman, condotte dagli inviati in circuito. 

All’Autodromo Internazionale del Mugello cala il sipario sul fine settimana di apertura della stagione 2021. Domenica piovosa di redenzione per Leonov nella Coppa Italia Turismo e Ingo Gerstl nella BOSS GP. Gara-2 della Lotus Cup Italia regala un finale al cardiopalma nel segno di Daniel Grimaldi, mentre nel C.I. Auto Storiche Zardo e Ambroso spodestano Ronconi e Gulinelli nel 3° raggruppamento. 
COPPA ITALIA TURISMO. Le penalità inflitte a Walter Pugliese (Calcagni Motorsport) e Alberto De Ambroggi per aver sorpassato in regime di Safety Car modificano la griglia di partenza di Gara-2 della Coppa Italia Turismo. Romy Dall’Antonia eredita quindi la pole position, affiancato da Giulio Valentini in prima fila. Magistrale Evgenii Leonov, dalla quattordicesima fila alla vittoria. Il pilota russo ha raddrizzato il weekend del Mugello con una rimonta da manuale nel corso dei 25’ di Gara-2 della Coppa Italia. Il russo di Volcano Motorsport prevale su Mauro Guastamacchia, che colleziona un altro secondo posto e il giro veloce. Terzo assoluto e primo nella 2^ divisione Andrea Palazzo, autore di una strenua resistenza nelle posizioni di testa dall’inizio alla fine. Trionfa nel TCR DSG Carlotta Fedeli (RC Motorsport), quinta assoluta alle spalle di un ottimo Sandro Pelatti (BF Motorsport). Da sottolineare la recovery di Ettore Carminati (Aggressive Team Italia), che in Gara-2 risale da 31° a 8° assoluto, tagliando il traguardo alle spalle di Federico Borrett e Alberto Rodio (BF Motorsport). Sul podio della 2^ divisione anche Giuseppe Cartia (SC Angelo Caffi) e Alberto Cioffi (AC Racing), davanti al poleman della manche Romy Dall’Antonia. Tris Speed Motor nel Trofeo 318, in cui la spunta Michele Materni, con Stefano Brué secondo e terzo Andrea Gregori. 
MASTER TRICOLORE PROTOTIPI. Marco Falci su Ligier JS 53 spodesta il poleman Alessandro Rosi in Gara-1 del Master Tricolore Prototipi, dopo aver costruito un vantaggio di 12 secondi sul suo diretto antagonista. Terza posizione per Alex Valle, mentre tra i DNF figurano Davide Pedetti, Gianluca Cecchini e Mark Coschieri. Marco Falci detta legge anche in Gara-2, davanti a Fabio Valle e la Norma M20 FC guidata da Alessandro Rosi. Weekend ‘no’ per Davide Pedetti, costretto al ritiro anche nel pomeriggio.
C.I. AUTO STORICHE: La gara del Campionato Italiano Auto Storiche vede tagliare il traguardo per primo l’equipaggio Zardo-Ambroso (3° Gruppo) su Porsche 911, spodestando i polemen Ronconi e Gulinelli. Clamoroso il ritiro di Marco Guerra, che perde la leadership della corsa a quattro minuti dalla bandiera a scacchi a causa di un problema al motore. Nel 4° Gruppo l’Alpine Renault di Riccardo Messa si aggiudica il primato, precedendo Thomas Giovannini & Michele Rigoni e Vito Truglia insieme a Gilles Giovannini. Maurizio Fratti ed Alex Caffi vincono nel 2° Gruppo, mentre Panini e Pergreffi su Ginetta G12 firmano il successo per il primo raggruppamento. Fuori dai giochi al primo passaggio la Lancia Fulvia Zagato di Massimo Lupoli e Francesco De Beaumont. 
BOSS GP. Redenzione per Ingo Gerstl dopo il ritiro in Gara-1 della BOSS GP. L’austriaco, dopo una lunga neutralizzazione a partire dal primo giro, ha preso il largo con la sua Toro Rosso, mentre i riflettori si sono spostati sulla lotta tra Marc Faggionato e Gianluca De Lorenzi per la 2^ e la 3^ posizione. Ottimo recupero di Marco Ghiotto negli ultimi quattro minuti di gara, risalito fino alla seconda posizione scavalcando De Lorenzi e Marc Faggionato. 
LOTUS CUP ITALIA. Replicato il podio di Gara-1 in un’avvincente seconda manche della Lotus Cup Italia. È battaglia senza esclusione di colpi tra Grimaldi e Giubergia, entrambi scattati dalla quarta fila. Nell’avvincente testa a testa avvenuto nelle battute finali della corsa ha avuto ancora una volta la meglio il pilota milanese. Terza posizione per Fabio Radice, che precede Abbati e Utzieri, poleman di Gara-2.
MITJET ITALIA. Trionfo di Julien De Miguel in Gara-1 della Mitjet Italia Racing Series davanti al duo Ala Racing Fulvio Ferri e Pierandrea De Marco, rispettivamente a 12’’ e 13’’ dal vincitore. Quarto posto per il poleman Enrico Garbelli di Novarace. In Gara-2 Scionti concretizza la pole ottenuta in Qualifica 2, ereditando la prima posizione dopo un errore di De Miguel, inizialmente in testa. Sale sul secondo gradino del podio Enrico Garbelli davanti al francese Gaetan Essart. 
PORSCHE CLUB GT. Tripletta di Federico “Chicco” Reggiani nel Porsche Club GT, primo in tutte le tre sessioni nella DSW991 Cup, mentre fra le stradali primo successo personale per Ilario Introna che nella Goodyear GT3 RS ha rimontato sotto la pioggia di Gara-3.

Un sensazionale Federico Borrett si prende Gara-1 sul bagnato al Mugello, davanti a Mauro Guastamacchia (Aggresive Team Italia) e Adriano Visdomini (Next Motorsport). Un errore costa caro al poleman Evgenii Leonov (Volcano Motorsport), al traguardo con un giro di ritardo. BF Motorsport trionfa nel TCR DSG con Alberto Rodio, mentre la seconda divisione premia Andrea Palazzo (AC Racing), ottavo assoluto. Pista bagnata e massima incertezza: inizia così la stagione del campionato targato Gruppo Peroni Race. Si è trattato di una gara di strategia, con la scelta delle gomme rain allo start che premia il vincitore Federico Borrett. Il russo Evgenii Leonov parte forte nella giornata di sabato, conquistando la pole position in qualifica. Due errori caratterizzeranno poi la gara del pilota del team Volcano Motorsport, che perde la leadership della corsa all’ottavo giro a vantaggio di Federico Borrett e finisce nella ghiaia al passaggio successivo. Protagonista assoluto alla partenza, il pilota triestino non scende oltre la terza posizione nel corso dei 25 minuti della gara, pronto ad approfittare del lungo di Leonov per conquistare la prima posizione. Mauro Guastamacchia termina secondo assoluto ma vincitore nel TCR Sequenziale, pagando un ritardo di 3.6s dal vincitore. Taglia il traguardo in terza posizione Visdomini, in rimonta dalla sesta fila, e sorprende De Ambroggi su Mitjet 2.0, dalla nona fila alla quarta posizione assoluta. Quinta posizione per Alberto Rodio (BF Motorsport), vincitore nel TCR DSG davanti a Walter Pugliese (Calcagni Motorsport) e un’ottima Carlotta Fedeli (RC Motorsport). Un problema tecnico frena invece Alfredo De Matteo al 5° giro. Anche Sandro Pelatti, autore del 7° tempo in qualifica, affronta una gara in salita su gomme da asciutto, sorpreso dall’intensificarsi della pioggia nella seconda metà della manche.

Grande bagarre nella seconda divisione, in cui la spunta Andrea Palazzo. Il pilota di AC Racing chiude nella Top-10 assoluta, davanti a Giulio Valentini e Romy Dall’Antonia. DNF per Alberto Cioffi (AC Racing), mentre nel Trofeo BMW 318 prevale Rolando Bordacchini (Speed Motor), davanti ai compagni di squadra Michele Materni e Alessio Mencuccetti. Gara-2, al via alle 17 di domenica, vedrà la Peugeot 308 di Andrea Palazzo scattare dalla pole position, affiancata dall’Audi di Carlotta Fedeli. Occhi puntati anche sul fondo della griglia: Leonov sarà chiamato alla rimonta dalla quattordicesima fila, così come Marco Butti (30°) ed Ettore Carminati (coinvolto oggi in un contatto) dall’ultima posizione 

L’azione in pista del Gruppo Peroni Race riprende all’Autodromo Internazionale del Mugello nel weekend dal 9 all’11 aprile, in cui scenderanno in pista Coppa Italia Turismo, Campionato Italiano Auto Storiche, Master Tricolore Prototipi. Le gare dell’evento verranno trasmesse in diretta su MS Motor TV, canale 813 di Sky, e in live streaming sui canali Facebook e YouTube del Gruppo Peroni Race.

Supera le trenta iscrizioni la Coppa Italia Turismo, reduce da un 2020 da record. Tra novità e punti fermi, nel TCR Sequenziale si attende grande bagarre tra le tre Hyundai i30 di Visdomini (Next Motorsport), Mauro Guastamacchia (Aggressive Team Italia) ed Ettore Carminati, le Audi RS3 di BF Motorsport con Sandro Pelatti e l’equipaggio Fabiani-Verrocchio. Spicca anche la presenza del team spagnolo Volcano Motorsport. Il TCR DSG non è da meno con le due Volkswagen di Calcagni Motorsport, l’aggiunta di Carlotta Fedeli (RC Motorsport) su Audi e le tre Cupra di Revello, Ravara (Ten Job) e Flavi (Cipierre). Anche la seconda divisione conta numerose partecipazioni tra Mini, le due Honda del team ZeroVenti, la Clio RS 1.6 Turbo di Manuel Stefani, la Clio 2.0 di Niccolò Versari e Mattia Ziletti con la sua Alfa Romeo 147 Cup. Sei sono le BMW 318 E46 al via, di cui cinque appartenenti alla scuderia umbra Speed Motor e una al Team Mariotti, guidata da Stefano Brué.

Sfiora i 40 iscritti il Campionato Italiano Autostoriche con un primo gruppo in crescita, dalla Lancia Fulvia Zagato di Lupoli e “Blumax” alla TVR 400 Griffith di Claudio Conti. Per il secondo gruppo Loris Antonio Papa con la sua Fiat 128 conferma la sua presenza, insieme a numerose Alfa Romeo GTV 2000, l’Alpine A110 di Chiaramonte Bordonaro e Barresi, e le Porsche di Walo Bertschinger e del duo Fratti-Caffi.

I saliscendi del Mugello vedranno un popoloso terzo gruppo con un tripudio di Porsche, tra cui le 935 K di Mauro Massaglia e dell’equipaggio formato da Massimo e Marco Guerra, due BMW 635, la 930 di Ronconi e Gulinelli e la 911 SC di Ambroso-Zardo. Anche il quarto gruppo gode di ottima salute con l’Alpine Renault V6 di Riccardo Messa, Le Ford Sierra Cosworth di Enrico Gerardi e Thomas Giovannini-Rigoni, le Alfa Romeo 75 di Tommaso Gelmini (GPR Classic) ed Enrico Guasti (GRT Motorsport). In pista anche la TVR Tuscan Speed 8 GT di Vito Truglia e Gilles Giovannini.

La sesta edizione del Master Tricolore Prototipi vedrà scattare Marc Coschieri al volante di una A.R. Symbol nel Gruppo Historic e Piero Rizzi su Osella PA9, mentre nel Gruppo Young Timer saranno presenti Alex e Fabio Valle. Il Gruppo Sport comprende invece le quattro Norma M20 FC di Giancarlo e Davide Pedetti (MC World), Alessandro Rosi (CMS) e Ranieri Randaccio, e le due Ligier JS 53 Evo 2 di Gianluca Cecchini (CMS) e Marco Falci (Hangar 42 Nannini Racing). 


Ad arricchire il paddock del primo Peroni Race Weekend stagionale ci penseranno anche Lotus Cup Italia di PB Racing insieme ai clienti impegnati in pista nella Lotus Speed Championship, il Porsche Club GT promosso dal Porsche Club Umbria e la Mitjet Italia Racing Series. La Boss GP riporterà al Mugello il rombo delle vetture di Formula 1 e GP2, aprendo le danze con le gare in diretta. Sabato pomeriggio dalle 15.55 scatterà Gara-1 della Boss GP, a seguire anche la prima manche di
Coppa Italia Turismo e Lotus Cup Italia. 

 

Grande spettacolo al Mugello dove nel weekend 25-27 marzo si è disputata la settima edizione della 12H Mugello, gara internazionale endurance alla quale hanno partecipato oltre 40 equipaggi. Sul podio Porsche al primo e terzo posto con una Ferrari in seconda posizione. Vittoria al team Herberth Motorsport, alla terza vittoria Hankook 12H Mugello, dopo una corsa impeccabile. La Porsche 911 GT3 R di Herberth Motorsport (Ralf Bohn / Daniel Allemann / Robert Renauer / Alfred Renauer) ha iniziato la 'parte due' dell'evento di 12 ore dalla pole position, e sebbene sia scesa al 4 ° posto durante il pit stop di apertura, sabato mattina il team bavarese ha giocato alla perfezione la sua strategia ai box per conquistare un vantaggio di tre giri alla bandiera a scacchi. Robert Renauer ha guidato la Porsche oltre il traguardo, completando 335 giri dell'Autodromo Internazionale del Mugello di 5,245 km. "Avevamo creato un divario sufficiente per le auto dietro che era facile portare la Porsche a casa, ed è stato divertente fare il burnout in corsia box!" . In un'emozionante conclusione della gara, il ritorno di MiddleCap in gara con la Scuderia Praha Ferrari 488 GT3 (Josef Kral / Miroslav Výboh / Matúš Výboh) si è assicurato il 2^ posto negli ultimi 30 minuti quando Matúš Výboh ha compiuto una mossa audace all'esterno  della San Donato nei confronti della Porsche 991 GT3 R del team Dinamic Motorsport, classificatosi poi al terzo posto.  Ottima l’organizzazione della gara, a cura di Creventic, che ha ringraziato l’Autodromo del Mugello con una particolare menzione per i servizi impegnati in pista.

 

Info e risultati >>>>  https://getraceresults.com/Results/organisator/2021?evenement=24H+Series&race=7th+Hankook+12H+MUGELLO+2021