IT

Terzo weekend consecutivo dedicato alle quattro ruote. Dopo la 12H by Creventic e la Mugello Classic, il circuito toscano ospiterà il Mugello Racing Weekend, con ben sette campionati. C’è grande attesa per la nuova della Coppa Italia Turismo, tutti a caccia del campione 2021 Mauro Guastamacchia che per l’occasione si presenta con la Hyundai Elantra. Sono oltre quaranta i piloti iscritti e non mancheranno le novità, infatti la griglia di partenza della seconda gara sarà nel nuovo format. A tal proposito, il secondo miglior tempo della Q1 sarà valido per la partenza nella seconda frazione. Ci sarà anche la divisione delle classi TCR, da una parte le sequenziali nella 1a divisione e dall’altra le TCR DSG e Seat Leon Cup Racer nella seconda. Presenti le due Hyundai i30 N TCR del Next Motorsport con Adriano Visdomini e il giovane Marco Butti, proprio il comasco quest’anno debutterà nel Campionato Italiano Gran Turismo Sprint con la R8 di Audi Sport Italia.

Tra i debuttanti c’è il giovane Paolo Rocca sulla Honda Civic FK7 di MM Motorsport. Il senatore Federico Borret e la sua BMW M3 E46 sarà nuovamente della partita nella 1° divisione. Gabriele
Giorgi sarà sempre con il Team NOS di Massimo Poli. In forma come sempre il Campionato Italiano Autostoriche con quarantuno iscritti, tra questi i sempre presenti Graziano e Francesco Tessaro con la Abarth 1000 TC, Panini-Pergreffi daranno battaglia con la Ginetta G1. Presente anche la coppia Castronovo-Ruperti con la BMW 2002 Ti. Presente all’appello Lori Papa e la sua 128 e la coppia Caprotti-Bergamasci. Numerose le Porsche in pista nel 3° Gruppo, dalla 911 SC di Filippo Marazzi alla 930 di Ronconi e Gulinelli, le 935 K3 di Mario Massaglia e Marco e Massimo Guerra.

Nel 4° Gruppo non poteva mancare l’Alpine Renault V6T di Riccardo Messa, torna la Maserati Biturbo di Massimiliano Quaresima, la TVR Tuscan Speed 8 GT di Truglia-Giovannini e numerose
Alfa, tra le quali spicca l’A.R. 75 IMSA di Gianni Giudici. Nuova stagione per la Lotus Cup Italia organizzata dalla PB Racing di Stefano D’Aste con quindici vetture al via e soprattutto, tutti a
caccia del campione 2021 Daniel Grimaldi che sarà della pattuglia. Nuovo format per la Mitjet Italia Racing Series con ben quattro gare da venti minuti. A completare il programma, l’Alfa
Revival Cup con la classica gara da sessanta minuti e le oltre quaranta macchine del Porsche club GT. Un fine settimana per tutti i palati, dai monomarca alle storiche per passare alle moderne. Il Circuito del Mugello vi aspetta.

L’Autodromo Internazionale del Mugello apre la vendita anche per i biglietti prato


Scarperia, 7 aprile 2022 Dopo l’annuncio dell’inizio della prevendita dei biglietti tribuna per il Gran Premio d’Italia Oakley MotoGP e grazie ai recenti adeguamenti normativi, l’Autodromo Internazionale del Mugello apre le vendite dei biglietti per l’accesso al PRATO. Una splendida notizia che aspettavano da tempo tutti gli appassionati perché la casa del GP d’Italia non è soltanto sinonimo di curve mozzafiato e gare spettacolari, ma anche il luogo simbolo della più amata e colorata festa delle due ruote. Uno spettacolo nello spettacolo che si protrae, senza interruzioni, tutto il fine settimana di gara. All’insegna dello slogan “Al Mugello non si dorme”, da oggi sul circuito ticketone sarà possibile acquistare l’ABBONAMENTO PRATO valido 3 e 2 giorni, per vivere da protagonista la festa in pista e sulle colline toscane, il circolare PRATO per la giornata di domenica, oltre ai posti TRIBUNA Poltronissima Pit Lane, Silver Pit Lane, Silver Biondetti, Centrale Bronze, Poggiosecco, Materassi, Tribuna 58.

Come da tradizione, la prevendita degli abbonamenti di 3 e 2 giorni vedrà anche la possibilità dell’acquisto dei TAGLIANDI CAMPER. “Dopo due anni difficili, il Mugello torna finalmente ad aprire le porte al pubblico, grande protagonista insieme ai piloti in pista di uno show che tutto il mondo ci invidia”, ha commentato Paolo Poli, AD dell’Autodromo Internazionale del Mugello. “Sono veramente entusiasta che oltre alle tribune ci sia la possibilità di aprire il prato ai tifosi per creare quel colpo d’occhio di colore e passione che è diventato un segno distintivo e simbolo del Mugello. Il calore dei tifosi che assiepano le colline e le tribune del Mugello anche quest’anno sarà una motivazione in più a far bene per i campioni in pista. Il divertimento è assicurato anche grazie allo straordinario successo che stanno riscuotendo i piloti e le Case Italiane Aprilia e Ducati”.

Da sempre una grande festa anche per i giovani e le famiglie; sono previsti sconti particolari dedicati alle donne, ai giovani e ai giovanissimi. Fino al 17/4/22, la prevendita prevede sconti del 10% sul prezzo finale.

Continua la prevendita anche per le VIP HOSPITALITY TERRAZZA GOLD E TERRAZZA PLATINUM. Esclusive, panoramiche, le VIP HOSPITALITY GOLD E PLATINUM situate nella terrazza sopra la tribuna Centrale, vantano la visuale più esclusiva del tracciato del Mugello: dalla pit-lane e la griglia di partenza, alla prima curva la staccata mozzafiato della San Donato e poi via sui saliscendi toscani. La terrazza permette di seguire la corsa in diretta su gran parte delle curve oltre ai monitor e il maxischermo dedicato.


Una curiosità - Il Mugiallo
Il legame tra Valentino Rossi e il Mugello è talmente forte da risalire addirittura a quando Rossi ancora non correva. Con la passione per i motori nelle vene, a 14 anni il Dottore è come tutti i grandi appassionati a seguire l’azione in pista alla Casanova – Savelli. Accampato con una tendina in plastica gialla, sarà proprio in occasione del Motomondiale al Mugello che Vale si unisce al gruppo dei più grandi. In quell’occasione infatti, Vale conoscerà Alberto “Albi” Tebaldi, che aveva 24 anni, il futuro amico di una vita e oggi presidente della VR46. Allora come oggi nessuno può mancare ad una tre giorni di corse, cori, motori e rock and roll.

 

MUGELLO RACING WEEKEND 8 – 10 APRILE 2022

Arriva il Mugello Racing Weekend promosso dal Gruppo Peroni Race pronto a fare sfoggio della nuova stagione con la Lotus Cup Italia, Alfa Revival Cup, Coppa Italia Turismo, la novità della Formula Italia. Una tre giorni imperdibile all’insegna del Motorsport e del divertimento, con auto e piloti pronti a dare tutto sulle quindici curve e i saliscendi dell’Autodromo Internazionale del Mugello.

TUTTE LE INFO UTILI PER SEGUIRE LA GARA

Dall’8 al 10 aprile è di scena la Mugello Racing Weekend, un evento aperto al pubblico, a cui potrete assistere dalla Tribuna Centrale. Ecco il programma del fine settimana:

PROGRAMMA
Venerdì Giornata di prove libere, a partire dalle 9:30 fino alle 18:05.
Sabato Giornata di qualifiche di tutte le classi, dalle 9:00 alle 15:20. Di seguito, e le prime gare del campionato Mitjet Italia e dell’Alfa Revival Cup, dalle 15:35 alle 18:55.
Domenica Dalle 9:00 alle 18:45 le gare di Lotus Cup, Club Porsche GT, Mitjet Italia, Coppa Italia Turismo e Campionato Italiano Autostoriche.

BIGLIETTI:
La prevendita online è già iniziata https://www.ticketone.it/artist/mugello-racing-weekend/ Sarà possibile acquistare i biglietti anche direttamente all’ingresso principale presso il Casco, nelle giornate di sabato e domenica.

RITIRO PASS
Il Centro Accrediti per la Sala Stampa, al Casco, è pronto ad accogliervi nei seguenti orari:
Giovedì 14:30 – 19:30
Venerdì 08:00 – 19:30
Sabato 08:00 – 19:00
Domenica 09:00 – 14:00


PARCHEGGI:
Sarà possibile entrare coi propri mezzi nel Circuito e parcheggiare al P14. Dopo di che attraversando il paddock sarà possibile vedere le gare comodamente in tribuna.

Si ricorda a tutti i visitatori di presentare il Green Pass Base all’ingresso.

Giornate da record per la Mugello Classic. Le serie targate Peter Auto si confermano al vertice delle gare dedicate alle vetture classiche. 292 auto si sono date battaglia sul tracciato

toscano, vetture storiche, pezzi unici, rarità e tanta voglia di rivivere quegli anni. Di solito si usa il termine “Golden Age” e sicuramente rappresenta al meglio, quella parte di storia.

In pista nel weekend diverse “serie” a partire dalla Classic Endurance 1 dove spicca la De Tomaso Pantera gruppo IV, la Lola T70 MK3B e la Porsche 911 Carrera RSR 3.0. Non da meno la CER 2 dove troviamo la 512 BB LM o la BMW M1 Procar, le TOJ SC 303 che fecero grandi gli anni ’70 e ’80. Nel Greatest’s Trophy, si parla di vetture degli anni ’50 e ’60 come l’Alfa Romeo Giulia TZ del 1965, la Ferrari 250 SWB del 1962, la Bizzarrini 5300 GT o la Maserati 300 S. Fare l’elenco di tutte le “bellezze” presenti sarebbe lungo, ma tra Shelby Cobra, Jaguar E-Type, Corvette C1, non potevamo tralasciare la Ferrari 312 P, una delle vetture più rare al mondo, in effetti ne esistono solo due esemplari e uno di questi si trovava al Mugello.

 

Un grande spazio è stato dedicato all’Heritage Touring Cup con le Ford Capri RS 2600 e 3100, le BMW 3.0 CSL, le Ford Mustang 289 e le Alfa Romeo Giulia Sprint GTA. Per chi si immaginava le Gruppo C, questo è stato il momento giusto per vederle dal vivo, la Porsche 962 C del 1990, o la Jaguar XJR-12. Ovviamente quella che ha suscitato più stupore è la Bentley 8 Speed con cui Dindo Capello vinse la 24H di Le Mans 2003.

La splendida serie francese è ritornata al Mugello dopo l’edizione del 2014, riportando il mondo classico ai massimi livelli. A questo punto speriamo nell’edizione 2023.

"Cari amici, è vero! È un piacere raccontare un po’ il dietro le quinte di questo campionato di auto storiche che ovviamente va a correre nei circuiti più belli e blasonati d’Europa. Il Mugello è uno di questi! Ci sono diverse categorie, per gruppi di vetture: si vedono anche vetture relativamente recenti, c’è la Bentley di Le Mans che nel 2003 ha vinto la 24 ore. Abbiamo, tra gli altri, pezzi di ingegneria moderni, così come delle “vecchie signore”, le macchine che amo di più. C’è anche una splendida 312B, un prototipo bellissimo ed elegantissimo. Vedere tutti questi 320 modelli che ci sono nel paddock distribuiti in raggruppamenti, piuttosto che in categorie, è davvero emozionante.

Le “vecchie signore” sono anche un po’ delicate, qualche volta si sente il profumo dell’olio e della benzina che gocciano fuori da questi motori… ma il profumo che si percepisce di più è quello della passione, della storia del motorsport, c’è chi l’ha vista solo sui libri, e per chi è appassionato di tecnica e vede questi motori aperti, vede delle opere d’arte. È bellissimo essere qua.

Abbiamo 300 vetture in pista, un bel numero. Ma soprattutto, gentlemen driver e professionisti da tutta Europa. È  una categoria molto popolare, questo è quello che il campionato porta.

È bello vedere tutti qua al Mugello, che è una pista unica, ma soprattutto ci sono persone tanto interessanti per il motorsport, che ne hanno scritto delle belle pagine. Il bello di questo tipo di eventi è il cameratismo tra i piloti e le squadre. Si creano dei salottini per far due chiacchiere tra amici, ovviamente se il tempo lo permette! C’è una convivialità che purtroppo nei paddock delle gare moderne non esiste più, perché si punta solo a far bene e vincere il mondiale."

- Emanuele Pirro

Il Mugello Circuit apre le porte al pubblico per il fine settimana di Mugello Classic by Peter Auto
 
Sabato; il biglietto per la tribuna centrale a €10,00
Domenica; il biglietto per la tribuna centrale a €15,00
 
Biglietti disponibili su TicketOne
(ingresso consentito se in possesso del green pass base)
 
 
 
 
 
 

Mugello Classic 2-3 Aprile. Ecco il programma delle gare. The Greatest's Trophy, 2L CupGroup C Racing, Classic Endurance Racing, Heritage Touring Cup e Endurance Racing Legends, tutte durante il weekend di Mugello Classic all'Autodromo Internazionale del Mugello. 

Potrebbe essere questo il riassunto della tre giorni che si sta “consumando” sul tracciato del Mugello. La serie storica più famosa al mondo, ritorna dopo l’ultimo appuntamento del 2014, ovviamente in grande stile, con ben 292 vetture al via. Il panorama motoristico mondiale è qui, senza dubbio, con vetture che hanno storie e successi incredibili e che continuano a far sognare gli appassionati.

 

Bellissima la Bentley Speed 8, vincitrice della 24H di Le Mans del 2003 con Dindo Capello, Tom Kristensen e Guy Smith.

 

La Ferrari 333 Sp che segnò il ritorno della casa di Maranello nelle gare IMSA per passare poi alla Jaguar XJR 12 che ha partecipato, vincendo, la 24H di Le Mans del 1990 con una splendida doppietta, oltre alla 24H di Daytona. Si possono ammirare le Shelby Cobra 289, Panoz LMP1, Ferrari 512 BB LM e tanto altro ancora. Qui c’è la storia e il Mugello è presente.