IT

Sfiora i 130 milioni di € la ricaduta economica annua derivante dall'attività del circuito del Mugello sull'economia locale e regionale. E’ uno dei dati che emerge da uno studio effettuato da Centro Studi Turistici e Irpet, presentato a Palazzo Medici Riccardi da Dario Nardella, Sindaco della Città Metropolitana di Firenze; Federico Ignesti, Assessore al turismo Unione Montana dei comuni del Mugello; Paolo Poli, Direttore Autodromo del Mugello; Stefano Casini Benvenuti, Direttore IRPET; Alessandro Tortelli, Direttore scientifico del Centro Studi Turistici. Obiettivo dello studio,  alla sua terza edizione dopo quelli relativi al 2007 ed al 2011-2012,  stimare le ricadute economiche dirette e indirette derivanti dalla presenza e dalle attività del circuito, relative al 2017, nell´area del Mugello, e più in generale della provincia di Firenze e della Toscana. Quello che emerge è che i visitatori del territorio e la gestione dell’impianto sono i principali volani di ricaduta economici, di produzione e lavoro. Dei 129,1 mln stimati, il 61% - ovvero settantotto milioni di € - è attivato all’interno del territorio del SLL (Sistemi Locali del Lavoro che, nel nostro caso, comprende i comuni di Barberino Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, San Godenzo, Scarperia e San Piero, Vicchio); il 24% (32 mln) nell’area metropolitana di Firenze e il restante 15% (19 mln) nella altre province toscane. Fra i dati più rilevanti in quest’ambito, emerge, infatti, che mediamente i circa 300 giorni di attività nel circuito attivano nel Mugello circa 512.000 presenze turistiche tra addetti ai lavori, spettatori turisti/escursionisti, con oltre 305.000 notti che si riferiscono agli eventi organizzati dall’autodromo. Lo studio stima che il 69% sia avvenuto all’interno del SLL Borgo San Lorenzo; il 20% nell’area metropolitana, il 10% fuori area metro.  Il sistema economico dell'autodromo (gestione più turisti/spettatori) secondo lo studio sul 2017 contribuisce alla creazione di 675 posti di lavoro in Mugello, 297 nel resto dell’area metropolitana, 158 in Toscana; per un totale regionale di 1130 unità lavorative locali attivate. Questo rappresenta il 3,40% sul SLL Mugello, lo 0,1 per l’area metropolitana. In chiave di prodotto interno lordo riferito al Mugello, infine, quello attivato dal circuito, sull'intera area è pari al 2,78%.  “L'autodromo del Mugello attiva annualmente oltre 512 mila presenze turistiche tra addetti ai lavori - commenta il Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella - Il dato fa riflettere perché la Metrocittà è impegnata nella valorizzazione e promozione di tutto il territorio, con il suo scrigno pieno di tesori d'arte, di paesaggio, di attività artigianali e agroalimentari. Si deve incrementare un collegamento tra eventi e conoscenza di queste caratteristiche peculiari del nostro territorio, che nel Mugello sono tutte rappresentate" "Lo studio evidenzia, da un lato,  la grande interazione  dell'Autodromo con il territorio del Mugello e contemporaneamente un indotto economico sempre maggiore a livello di area metropolitana, spiega  l’Amministrazione Delegato Paolo Poli. Dall’altro c’è la conferma che, se il Gran Premio rappresenta la punta di diamante del calendario sportivo, l’insieme degli eventi, motoristici e non, permette una significativa ricaduta turistica". 
La prima ricerca, relativa al 2007, stimava in 22,7 mln di € l’impatto economico del circuito, la cui attività contribuiva allora alla creazione di 120 unità a tempo pieno.
La seconda, relativa al biennio 2011-2012, stimava una ricaduta economica annua fra i 63 e i 66 mln di € con l’attività del circuito che contribuiva alla creazione di 414 unità lavorative locali.

Mugello Circuit si conferma teatro di gare spettacolari. Nonostante il grande caldo di luglio, il giro di boa degli ACI Racing Weekend regala gare avvincenti con il penultimo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint che si chiude nel segno di Comandini – Johannson (BMW) e Agostini – Rovera (Mercedes). Nel TCR Italy le vittorie vanno a Marco Pellegrini (Hyundai) e Felix Wimmer (Cupra) al termine di due gare combattute fino all’ultimo giro. Il quarto round del TCR DSG Endurance vede il trionfo di Giovanni e Alessandro Altoè al termine della 2 ore del Mugello. Doppietta di Iaquinta nel Porsche Carrera Cup Italia. Dopo la pausa estiva, gli ACI Racing Weekend, torneranno in pista dal 30 agosto al 1° settembre sul circuito di Imola.    Le vittorie di Stefano Comandini e Erik Johannson in gara 1 sulla BMW M6 di BMW Team Italia e di Riccardo Agostini e Alessio Rovera sulla Mercedes AMG GT3 di Antonelli Motorsport chiudono il penultimo round del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint. In gara 1 dietro all’equipaggio BMW, proprio i vincitori di gara 2 e l’Audi di Fontana e Kaffer. In gara 2 podio per la Lamborghini di Imperiale Racing di Postiglione – Mul e per la BMW vincitrice in gara 1. In classe GT4 sfuma la doppietta per la BMW M4 di Fascicolo – Guerra. I due piloti della “bavarese” vengono esclusi dalla classifica di gara 1, dopo la vittoria, per una irregolarità tecnica, ma si riscattano in gara 2 mettendosi alle spalle i vincitori di gara 1 De Castro – Riccitelli su Porsche. L’ultimo round del tricolore Gran Turismo Sprint è in programma per il 20 ottobre sul circuito di Monza. Weekend da ricordare nel TCR Italy per Marco Pellegrini. Il driver della Hyundai i30 N TCR di Target Srl trionfa in gara 1 e conquista un fantastico secondo posto in gara 2 dietro a Felix Wimmer (Cupra TCR Wimmer Werk). Due volte sul podio anche Salvatore Tavano, secondo in gara 1 e terzo in gara 2 con la Cupra della Scuderia del Girasole, mentre sul terzo gradino del podio di gara 1 è Matteo Greco a festeggiare sempre con la vettura gemella di Tavano. Tra le vetture con cambio DSG doppietta per Eric Scalvini che sfiora il colpaccio con il quinto posto in gara 2, dopo essere scattato dalla pole position. Dopo la pausa estiva, il TCR Italy tornerà in pista all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola il primo di settembre. La due ore del Mugello del TCR DSG Endurance è un susseguirsi di colpi di scena, ma alla fine sono Giovanni e Alessandro Altoè a trionfare sulla Cupra TCR di Cupra Racing davanti a Giacomo Barri ed Ermanno Dionisio sull’Audi RS3 LMS TCR di BF Motorsport, separati di meno di un secondo. Sul terzo gradino del podio i fratelli Nicola e Guido Sciaguato sulla Cupra TCR di BD Racing. Condizioni difficilissime per gli pneumatici delle vetture turismo con cambio DSG che soffrono il caldo e condizionano la gara di diversi protagonisti come Cosimo Barberini e Carlotta Fedeli, subito fuori dai giochi. Dopo la pausa estiva il TCR DSG Endurance tornerà sul circuito di Imola per il penultimo round stagionale.  

L’alfiere del Wimmer Werk Motorsport firma la prima vittoria tricolore davanti a Marco Pellegrini sulla Hyundai i30 N di Target Competition e Salvatore Tavano sulla Cupra di Scuderia del Girasole by Cupra Racing ora appaiati in testa al Campionato Italiano. Per gli stessi colori del brand spagnolo Eric Scalvini è primo per il Trofeo Nazionale DSG con il quinto posto assoluto. Prossimo appuntamento al weekend del 1° settembre ad Imola

E’ di Riccardo Agostini ed Alessio Rovera, al  volante della Mercedes AMG GT3, la vittoria in gara-2 del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint disputata all’autodromo del Mugello. L’equipaggio dell’Antonelli Motorsport sotto alla bandiera a scacchi ha preceduto di 1”204 la Lamborghini Huracan di Postiglione-Mul e di  14”294 la BMW M6 GT3 di Comandini-Johansson (BMW Team Italia). Con il successo odierno Agostini e Rovera si portano a  12 punti dai leader della classifica Postiglione e Mul, riaprendo, di fatto, la lotta per il titolo che verrà assegnato nelle ultime due gare di  metà ottobre a Monza. Nella GT Light sono saliti sul gradino più alto del podio Lippi-Sernagiotto (Ferrari 458 Italia-RAM Autoservice/Iron Lynx), ormai ad una manciata di punti dalla conquista della vittoria finale, davanti a Mattia Michelotto (Lamborghini Huracan ST-Antonelli Motorsport) e ai compagni di squadra Paolino-Jirik (Lamborghini Huracan ST). Nella GT4, dopo la squalifica in gara-1 per irregolarità tecnica, Fascicolo-Guerra (BMW M4 GT4- BMW Team Italia) si sono riscattati alla grande aggiudicandosi la loro seconda gara stagionale davanti ai leader del campionato Riccitelli-De Castro (Porsche Cayman-Ebimotors), con cui si giocheranno il titolo nelle ultime due gare di Monza.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, ha conferito l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del 2 Giugno 2018 al Direttore dell’Autodromo del Mugello, Paolo Poli. Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato ieri dal Prefetto di Firenze Laura Lega in occasione del Gran Premio d’Italia 2019, alla presenza del Sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti. Il Prefetto, nel suo intervento, ha sottolineato come Poli, nella sua decennale opera di direzione, abbia portato l’Autodromo del Mugello a rappresentare al mondo quei valori e quelle capacità che sono proprie della nazione italiana. Le innovazioni tecnologiche introdotte, i progetti e le certificazioni ambientali ricevute a livello internazionale hanno reso il Mugello punto di riferimento nel motorsport, esaltando la qualità del fare e del sapere fare italiano nel mondo. Poli, 49 anni, scarperiese, è da molti anni figura di riferimento di Ferrari al Mugello, dove ha compiuto il suo intero cammino di crescita professionale, fino a diventarne, nel 2009, Direttore Generale ed Amministratore Delegato. Alla cerimonia ha partecipato anche il Sindaco di Firenze, Dario Nardella.

DIDA

Da sn. Nardella, Poli, Lega, Ignesti

Per agevolare chi si muove con i mezzi pubblici nei giorni sabato 1 e domenica 2 giugno 2019 sarà attivo un servizio navetta dalla stazione di Borgo S. Lorenzo per chi arriva in treno per il Gran Premio d'Italia Oakley.Il servizio sarà effettuato dalla soc. Autolinee Toscane. 
SERVIZIO NAVETTA DALLA STAZIONE FERROVIARIA DI BORGO S. LORENZO - BIVIO DI FIGLIANO (CIRCA 2,5 KM DALL'INGRESSO DELL'AUTODROMO) E RITORNO
Il servizio è riservato ai possessori di biglietto ferroviario in arrivo a Borgo S. Lorenzo. E' attivo nei seguenti orari:
- sabato 1 giugno 2019: 8,00 - 12,00 e 15,30 - 20,00
- domenica 2 giugno 2019: 8,00 - 12,00 e 15,30 - 20,00

FRIDAY, 31 May 2019

09.00 09.40 Moto3 FREE PRACTICE 1
09.55 10.40 MotoGP FREE PRACTICE 1
10.55 11.35 Moto2 FREE PRACTICE 1
11.50 12.20 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup FREE PRACTICE 1

13.15 13.55 Moto3 FREE PRACTICE 2
14.10 14.55 MotoGP FREE PRACTICE 2
15.10 15.50 Moto2 FREE PRACTICE 2
16.05 16.35 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup FREE PRACTICE 2
17.50 18.15 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup QUALIFYING

SATURDAY, 1 June 2019

09.00 09.40 Moto3 FREE PRACTICE 3
09.55 10.40 MotoGP FREE PRACTICE 3
10.55 11.35 Moto2 FREE PRACTICE 3

12.35 12.50 Moto3 QUALIFYING 1
13.00 13.15 Moto3 QUALIFYING 2
13.30 14.00 MotoGP FREE PRACTICE 4
14.10 14.25 MotoGP QUALIFYING 1
14.35 14.50 MotoGP QUALIFYING 2
15.05 15.20 Moto2 QUALIFYING 1
15.30 15.45 Moto2 QUALIFYING 2
16.30 Red Bull MotoGP Rookies Cup RACE


SUNDAY, 2 June 2019

08.40 09.00 Moto3 WARM-UP
09.10 09.30 Moto2 WARM-UP
09.40 10.00 MotoGP WARM-UP

11.00 Moto3 RACE 20 laps 
12.20 Moto2 RACE 21 laps 
14.00 MotoGP RACE 23 laps

Sono nella fase finale gli interventi programmati dalla Direzione del circuito e realizzati nel corso di questa primavera tesi ad accrescere la vivibilità dell’evento e renderla più scorrevole, consentendo anche una godibilità del Gran Premio ancora migliore. In particolare si è intervenuti su oltre 1.500 metri di strade interne del circuito, ampliandone la carreggiata per permettere spostamenti più fluidi, grazie anche al rafforzamento del sistema di illuminazione. Fra gli interventi più significativi il completo restyling dell’ingresso Luco (adesso più ampio e con percorsi dedicati a mezzi e persone) così come il raddoppio della carreggiata stradale fra le curve Correntaio e San Donato. 
Grazie a tutto questo sarà nuovamente consentito, ai possessori di abbonamento tre giorni, di accedere gratuitamente con le proprie moto (omologate e superiori ai 100 cc) all’interno del parco che circonda la pista.