EN

To facilitate those travelling by public transport on Saturday 1 and Sunday, June 2, 2019 there will be a shuttle service from Borgo S. Lorenzo station for those arriving by train for the Oakley Italian Grand Prix.The service will be provided from the partner. Autolinee Toscane.
SHUTTLE SERVICE FROM THE RAILWAY STATION OF VILLAGE S. LORENZO - JUNCTION OF FIGLIANO (ABOUT 2.5 KM FROM THE ENTRANCE OF THE RACETRACK) AND RETURN
The service is reserved for train ticket holders arriving in Borgo S. Lorenzo. It is active at the following times:
- Saturday 1 June 2019: 8,00 - 12,00 and 15,30 - 20,00
- Sunday 2 June 2019: 8,00 - 12,00 and 15,30 - 20,00

FRIDAY, 31 May 2019

09.00 09.40 Moto3 FREE PRACTICE 1
09.55 10.40 MotoGP FREE PRACTICE 1
10.55 11.35 Moto2 FREE PRACTICE 1
11.50 12.20 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup FREE PRACTICE 1

13.15 13.55 Moto3 FREE PRACTICE 2
14.10 14.55 MotoGP FREE PRACTICE 2
15.10 15.50 Moto2 FREE PRACTICE 2
16.05 16.35 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup FREE PRACTICE 2
17.50 18.15 Red Bull MotoGP 
Rookies Cup QUALIFYING

SATURDAY, 1 June 2019

09.00 09.40 Moto3 FREE PRACTICE 3
09.55 10.40 MotoGP FREE PRACTICE 3
10.55 11.35 Moto2 FREE PRACTICE 3

12.35 12.50 Moto3 QUALIFYING 1
13.00 13.15 Moto3 QUALIFYING 2
13.30 14.00 MotoGP FREE PRACTICE 4
14.10 14.25 MotoGP QUALIFYING 1
14.35 14.50 MotoGP QUALIFYING 2
15.05 15.20 Moto2 QUALIFYING 1
15.30 15.45 Moto2 QUALIFYING 2
16.30 Red Bull MotoGP Rookies Cup RACE


SUNDAY, 2 June 2019

08.40 09.00 Moto3 WARM-UP
09.10 09.30 Moto2 WARM-UP
09.40 10.00 MotoGP WARM-UP

11.00 Moto3 RACE 20 laps 
12.20 Moto2 RACE 21 laps 
14.00 MotoGP RACE 23 laps

The planned works, planned by the Circuit Management and carried out during this spring, are almost finished. We want to increase the liveability of the event and make it smoother, also allowing even better enjoyment of the Grand Prix. More than 1,500 metres of internal circuit roads have been widened , to allow more fluid movements, thanks also to the strengthening of the lighting system
Among the most significant interventions the complete restyling of the entrance luco (now wider and with routes dedicated to vehicles and people) as well as the doubling of the road between the Correntaio and San Donato curves.
Thanks to all this, holders of three-day season tickets will be allowed free access with their own motorcycles (approved and more than 100 cc) inside the park that surrounds the track

Popolo del Mugello, prendete nota, perché abbiamo bisogno di voi! Volete far parte della clip che pubblicheremo in vista del Gran Premio d'Italia Oakley del prossimo 2 Giugno? Le regole:  video di 10-15 secondi (registrato in ORIZZONTALE): l'inizio del video deve essere così: SaróAlMugelloPerché. Serve che diciate la vostra motivazione; ovviamente siete liberi di costruire la "sceneggiatura" del vostro video, liberando la vostra fantasia, da soli o in compagnia! Una volta realizzato dovete spedire il video a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. entro il 30 aprile. I migliori saranno inseriti nel video riassuntivo che troverete sui nostri social nella settimana del GP d'Italia!

Folla sul rittilineo post MotoGP

Oltre 90 vetture sono pronte sabato 13 e domenica 14 a competere sui saliscendi dell'autodromo del Mugello nel primo weekend stagionale promosso dal Gruppo Peroni Race. Quattro i campionati che, organizzati dal promotore romano, disputeranno in Toscana il round d'avvio dell'annata sportiva 2019: Coppa Italia, Master Tricolore Prototipi, Novecentoundici Race Cup, Campionato italiano Autostoriche. Tutto il programma (qualifiche al sabato, gare la domenica) sarà visibile in Live Stream sul sito www.gruppoperonirace.it, sul canale YouTube e sulla pagina Facebook dell’organizzatore. Parte sotto ottimi auspici la Coppa Italia, trofeo nazionale Turismo inserito nel sistema TCR. E proprio queste vetture costituiscono l'ossatura dello schieramento di 1° divisione, contraddistinto da una grande varietà

tecnica. Tra i piloti da battere il bresciano Raffaele Lissignoli (Cupra TCR – Pit Lane Competizioni), vincitore nel 2018 di 2° divisione, e pronto a darsi battaglia con il veneto Daniele Cappellari (Volkswagen Golf Gti TCR) e il romano Andrea Argenti (Opel Astra TCR – South Italy Racing Team). Da tenere d'occhio la nutrita pattuglia della MM Motorsport che, alfiere Honda, schiererà sulle proprie Civic TCR Samuele Piccin, Romi Dell'Antonia, Luigi Bamonte, Mauro Guastamacchia, Alessio Aiello ai quali si affiancherà su Civic TCS, Stefano Fusilli. Tra le TCR DSG occhi puntati sull'esperto ravennate Fabio Fabiani (Audi RS3 LMS – Bf Motorsport), insidiato anzitutto dalle Cupra di Alessio Caiola e Simone Sartoni, oltre che dalle Leon Cup Racer di Alessandro Revello (Pit Lane Competizioni) e Francesco Palmisano (Autostar). In classe B promette di rinnovarsi lo scontro tutto in casa Bmw tra il triestino Federico Borrett (Borrett Team) e i milanesi Alberto e Riccardo Fumagalli (Gruppo Piloti Forlivesi). In 2° divisione i piloti da battere restano Camillo Piccin e Rino De

Luca, compagni di squadra in Vimotorsport e in gara su Honda Civic Type R. Nel Master Tricolore Prototipi il campano Michele Liguori (Osella Pa21S Cn2 – Scuderia Vesuvio) scende in pista per difendere il titolo, al pari del rodigino Giovanni Ambroso (Osella Pa20 – Team Italia) tra le Youngtimer, sapendo che dovrà giocarsela con una concorrenza agguerrita e numerosa. Ben cinque le vetture schierate dalla CMS Racing Cars, di cui una per Walter Margelli (Norma M20 Cn2), tra i maggiori specialisti italiani di vetture sport. Da tenere d'occhio il giovanissimo Gennaro Di Somma (Ligier Js53 Cn2 – Autosport Sorrento), pronto a battersi senza timori reverenziali con senatori come Claudio Francisci  (Lucchini Bmw E2SC/3000), Filippo Vita (Osella Pa21S E2SC/2000 – Progetto Corsa), Ranieri Randaccio (Lucchini Bmw Cn4 – Sci). Ad arricchire lo schieramento come wild card la Ligier JSP3 – Lmp3, allestita dalla  Novarace per lo spagnolo Javier Ibran Pardo. Giochi aperti anche nella Novecentoundici Race Cup, riservata alle GT. Il campione in carica, Riccardo De Bellis (Porsche 991 GT3 Cup – Zrs), è determinato a non farsi sottrarre la corona, in primis dalla coppia Nicola Sarcinelli - Andrea Sapino (Porsche 991 GT3 Cup – Elettronica Conduttori), diretti avversari nell'annata scorsa. Pronti a dire la propria pure Alessandro Mazzolini (Gruppo Piloti Forlivesi) e Matteo Biassoni (Vago Racing), per la prima volta in pista con le 991 GT3 Cup, ma a lungo cimentatisi con le versioni precedenti, come la 997 scelta, tra gli altri, da “Togo” (Bellspeed), Adriano Visidomini (Butti Motorsport), Giuseppe Panzacchi (Gruppo Piloti Forlivesi). Sicure protagoniste le Porsche 991 4.0 di Davide Scannicchio (Zrs) e dell'equipe composta da Enrico Quinzio e Nello Aurilia (Ef Racing). Al solito ricchissimo il parterre per il Campionato italiano Autostoriche, con circa 40 vetture attese. Grande crescita per il 4° gruppo, riservato alle Youngtimer. Nel 2018 si affermarono Enrico e Cesare Rondinelli (Porsche 911 Carrera 2 – Ab Motorsport), determinati a ripetersi nel 2019, nonostante la concorrenza, tra gli altri, di Riccardo Messa (Alpine Renault V6) e Gianni Giudici (Ford Sierra Cosworth). Copione analogo nel 3° gruppo per Massimo Ronconi e Giovanni Gulinelli (Porsche 930 – Team Italia) che ritroveranno tra gli sfidanti diretti Massimo e Marco Guerra (Porsche 935 K3 – Rennsport) con Mario Massaglia (Porsche 935 – Team Bassano). Nel 2° gruppo Salvatore Limuti con Marcello Incerti (Bmw 2002 Ti – Club02) intende puntare al bersaglio grosso, anche se per l'assoluto si annunciano competitive le Porsche 911 3.0 di Massimiliano Lodi, Giacomo Jelmini, della coppia Mario Marsella – Andrea Nori. Nel 1° gruppo Vito Truglia e Gilles Giovannini (Tvr Griffith 400) si erano cuciti sulla tuta lo scudetto 2018 e al Mugello troveranno tra i diretti antagonisti i sempre competitivi Romolo e Raffaele Raimondi (Jaguar E Type – Circolo della Biella). Da segnalare il ritorno del britannico Richard Bateman su Lotus Elan.
Foto Roberto PiccininiActualfoto Roberto Piccinini start coppa italia low

Un’oasi ambientale decisamente apprezzata dai caprioli quella dell’Autodromo del Mugello. Tanto apprezzata da rendere necessario, per la sicurezza di spettatori e piloti, il trasferimento di questi animali in un luogo sempre sicuro, ma con minor frequentazione umana. Questa la filosofia che ha ispirato l’intervento coordinato dalla Regione Toscana, Ufficio Caccia, che ha consentito la cattura di 30 caprioli che sono stati poi successivamente rilasciati sull’Appennino all'interno dell'Oasi Demaniale Giogo Casaglia. Oltre alla Regione hanno preso parte alla cattura gli Agenti del Corpo di Polizia Provinciale della Città Metropolitana di Firenze, e numerosi volontari della associazioni venatorie della Provincia di Firenze. La Regione Toscana, attraverso i propri funzionari presenti alle catture, ha espresso soddisfazione per il risultato conseguito, avvenuto nel massimo rispetto degli animali e nella sicurezza di tutti gli operatori presenti.

Foto 3

Convegno il 28 febbraio in apertura delle iniziative dedicate all'evento, per ricordare, fare il punto sul territorio e offrire l'occasione di un confronto a tutto campo sulle esperienze di protezione civile. Diretta streaming
Cento anni dal sisma che scosse il Mugello. Il Servizio Protezione Civile della Città Metropolitana di Firenze sta coordinando enti e attività che il 28 febbraio, presso l'Autodromo Internazionale del Mugello, animeranno il convegno inaugurale "1919-2019, cento anni dal terremoto del Mugello", in apertura dell'anno di iniziative dedicate al centenario dell'evento, promosse in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Protezione Civile Nazionale; Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Consiglio Nazionale delle Ricerche; Istituto di Geoscienze e Georisorse; Anci Associazione Nazionale Comuni Italiani; Regione Toscana (Protezione Civile e Servizio Sismico); Prefettura di Firenze; Università di Firenze; Dipartimento Scienze della Terra e Dipartimento Ingegneria Civile e Ambientale; Comando Provinciale Vigili del Fuoco Firenze; 118 Firenze Prato; Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Firenze; Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della Provincia di Firenze; Ordine degli Architetti di Firenze; Ordine dei Geologi della Toscana; Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze; Associazioni di Volontariato del territorio fiorentino.   Il convegno è organizzato dalla Città Metropolitana di Firenze, le Unioni dei Comuni del Mugello e dei Comuni di Valdarno e Valdisieve e l'Autodromo del Mugello.  Per l'occasione è stato aperto un sito web dedicato sul quale, giovedì, sarà possibile seguire la diretta streaming dell'evento inaugurale e dei lavori del convegno: http://mugello1919.cittametropolitana.fi.itI temi che saranno affrontati saranno in particolare quattro: sismicità e rischio nel Mugello e nella Valdisieve; il contributo delle strutture operative del Sistema Nazionale di Protezione Civile; istituzioni e volontariato nelle emergenze sismiche; esperienze delle associazioni di volontariato toscano nelle emergenze e le prospettive alla luce del nuovo codice di Protezione Civile.L'apertura del convegno alle 9.30 di giovedì 28 febbraio, con gli interventi di Federica Fratoni (Regione Toscana); Laura Lega (Prefettura di Firenze); Angelo Bassi (Consigliere delegato Città Metropolitana di Firenze); Paolo Omoboni (Presidente Unione Comuni del Mugello); Monica Marini (Presidente Unione Comuni Valdarno e Valdisieve); Giuseppe Romano (Direzione Regionale Vigili del Fuoco Toscana); Paolo Poli (Amm. Delegato e Direttore Generale Mugello Circuit). Presentazione dell'evento: Leonardo Ermini (Responsabile Protezione Civile Città Metropolitana Firenze). 

San valentino 2019Dalle 00.00 del 13 febbraio fino alle 23.59 del 14 febbraio arrivano i biglietti "San Valentino": in vendita tramite tutti i canali TicketOne con uno sconto dedicato. Promo vincolata all'acquisto di 2 biglietti o multipli. Tutte le infornazioni su www.ticketone.it